Sondaggi elettorali oggi: M5s in crescita, perché Conte può superare la Lega

Alessandro Cipolla

31 Agosto 2022 - 11:52

condividi

Gli ultimi sondaggi politici indicano a oggi il Movimento 5 Stelle in netta ripresa: Giuseppe Conte può puntare sui tanti elettori ancora indecisi per superare la Lega.

Sondaggi elettorali oggi: M5s in crescita, perché Conte può superare la Lega

Sembrerebbero essere positivi per il Movimento 5 Stelle gli ultimi sondaggi politici in vista delle elezioni del prossimo 25 settembre, con il partito ora guidato da Giuseppe Conte indicato in netta ripresa dopo il tracollo dei mesi scorsi.

Per Alessandra Ghisleri che oggi ha pubblicato un suo sondaggio sulle colonne de La Stampa, il Movimento 5 Stelle al momento sarebbe al 12,3%, mentre una precedente indagine di Lab21 ha indicato i pentastellati al 10,6% ma in rialzo dello 0,5%.

Per l’ultimo sondaggio elettorale di Emg invece i grillini sarebbero all’11,7%, con Quorum/Youtrend che invece indica il Movimento 5 Stelle all’11,1%. Rispetto all’inizio della campagna elettorale, quando i pentastellati venivano dati sotto la doppia cifra, ci sarebbe un netto miglioramento per Giuseppe Conte nelle intenzioni di voto.

Se questo trend dovesse essere confermato da qui al 25 settembre, potrebbe essere ipotizzabile anche un sorpasso dei 5 Stelle nei confronti della Lega, con il Carroccio che stando agli ultimi sondaggi veleggerebbe tra il 12 e il 13%.

Sondaggi politici: come Conte può superare la Lega

Guardando gli ultimi sondaggi politici sembrerebbe essere stata azzeccata la mossa del Movimento 5 Stelle di correre da solo alle elezioni politiche. In questa campagna elettorale infatti Giuseppe Conte sta avendo una maggiore libertà di azione non essendo vincolato da logiche di coalizione.

Del resto il programma elettorale del Movimento 5 Stelle ha parecchi punti di rottura, questione Ucraina in testa, con “l’agenda Draghi” sbandierata come linea guida da seguire da parte del Pd e del tandem Azione-Italia Viva.

Il sentore è che Conte stia cercando fare breccia nell’elettorato più schierato a sinistra del Partito Democratico, insistendo particolarmente anche su tematiche come il salario minimo e l’ambiente. Non sarebbe così un caso che i dem, al contrario dei pentastellati, vengono dati in flessione negli ultimi sondaggi elettorali.

Il sondaggio di Alessandra Ghisleri però ci dice anche un’altra cosa molto interessante: al momento il 35,4% dell’elettorato sarebbe indeciso. Di questi il 23,8% non sa ancora se recarsi ai seggi, mentre il 76,2% non avrebbe ancora deciso per chi votare.

Considerando il 32,6% ottenuto dai 5 Stelle alle elezioni politiche del 2018, facile ipotizzare che gran parte degli indecisi indicati dal sondaggio siano elettori che quattro anni fa hanno votato per i grillini.

Se in queste settimane che ci separano dal voto Giuseppe Conte riuscirà a recuperare parte di questi tanti indecisi, allora il Movimento 5 Stelle potrebbe superare la Lega ed essere di nuovo l’autentica mina vagante di queste elezioni.

Iscriviti a Money.it