Sciopero commercialisti in diretta: interviste, aggiornamenti e video in tempo reale

Sciopero commercialisti in diretta: segui gli aggiornamenti sulla manifestazione nazionale organizzata dai commercialisti a Roma e le interviste di Forexinfo.it.

Sciopero commercialisti: Forexinfo.it segue in diretta la manifestazione organizzata dai commercialisti a Roma. L’appuntamento è alle 10:30 in piazza Santi Apostoli e la protesta durerà fino alle 13.00.

Forexinfo.it è scesa in piazza insieme ai commercialisti durante lo sciopero. La categoria dei professionisti per la prima volta si unisce per protestare in difesa dei contribuenti e delle imprese. Non soltanto uno sciopero per difendere la categoria ma un evento per protestare contro una politica tributaria che danneggia l’Italia intera.

I commercialisti e le 7 sigle sindacali che hanno organizzato la manifestazione hanno indetto durante la manifestazione il primo dei due scioperi del 2017: sarà il 17 febbraio, termine della presentazione della dichiarazione Iva. Motivo della protesta sono le novità fiscali introdotte dal Decreto Fiscale 193/2016 presentato dall’ex Premier Renzi e dal Ministro dell’Economia Padoan.

Perché scioperano i commercialisti? Una finta semplificazione che non solo ha portato a ben 8 nuovi adempimenti fiscali per i contribuenti ma che rischia di rendere ancora più complicato il sistema tributario italiano. I motivi della protesta della categoria sono la delusione nei confronti di misure che sono lontane anni luce dagli annunci di semplificazione fiscale e la volontà di esprimere la contrarietà a provvedimenti che penalizzano il ruolo del commercialista, ovvero le competenze e le responsabilità dei professionisti.

Forexinfo.it seguirà minuto per minuto lo svolgersi dello sciopero e vi terrà aggiornati con interventi e interviste raccolte in diretta in piazza dei Santi Apostoli a Roma.
Seguiteci per aggiornamenti in diretta sullo sciopero dei commercialisti.

Sciopero commercialisti oggi, diretta e aggiornamenti in tempo reale

Ore 15:00 - Sciopero commercialisti per difendere le imprese, serve meno burocrazia

I commercialisti scioperano per difendere gli interessi del Paese e delle imprese, penalizzate dalle politiche dei Governi. I commercialisti scioperano perché la crisi della categoria è diretta conseguenza della crisi delle piccole e medie imprese in Italia.

I nuovi adempimenti ingolfano non soltanto gli adempimenti per i contribuenti ma anche i controlli per lo Stato. In Italia c’è bisogno di meno burocrazia.

Ore 14:40 - Sciopero commercialisti, 8 nuovi adempimenti sono un insulto

Parla la rappresentante del comitato che ha dato vita alla manifestazione composta dai rappresentanti di sette sigle sindacali dei commercialisti.

«L’unità di intenti accompagnata dalla passione può smuovere le montagne», un evento organizzato all’unisono dalle 7 sigle sindacali con la speranza che lo sciopero dei commercialisti sia il momento dell’avvio di un cambiamento.

Perché i commercialisti scioperano? La pressione fiscale in Italia è pari al 64,8%, con una media di 269 ore all’anno per l’esecuzione degli adempimenti fiscali.

I commercialisti dicono No. I nuovi 8 adempimenti sono un insulto.

Ore 14:00 - Sciopero commercialisti, ampia partecipazione

Ampia partecipazione da parte di commercialisti, contribuenti e imprese. Sono ancora ora molti i manifestanti in piazza per ascoltare parole e interventi pronunciati dal palco. Ecco uno scatto per mostrare l’adesione allo sciopero dei commercialisti di oggi, 14 dicembre.

Ore 13:00 - Sciopero commercialisti, prossimo appuntamento a febbraio 2017

Mario Cuchel, presidente dell’ANC annuncia lo sciopero per il prossimo febbraio 2017.

Come previsto la mobilitazione dei commercialisti non si ferma allo sciopero di oggi ma sono previste altre date per manifestare il proprio scontento e la delusione della categoria.

Il prossimo sciopero a febbraio 2017 cadrà come annunciato in una data simbolica, ovvero il periodo di scadenza della dichiarazione Iva.

Ore 12:50 - Sciopero commercialisti, parlano i rappresentanti

Dal palco allestito in Piazza Santi Apostoli prendono la parola i sette rappresentanti, con una richiesta precisa alle istituzioni: inserire lo Statuto dei diritti del Contribuente in Costituzione.

Si tratta della legge 212/2000 che dà attuazione ai principi di democraticità e trasparenza del sistema fiscale, contribuendo a migliorare il rapporto tra Fisco e cittadini, fissando alcuni principi-cardine che regolano tale rapporto.

Ore 12:00 - Sciopero commercialisti, i perché della Piazza

In Piazza Santi Apostoli tutti i commercialisti concordano con la volontà di protestare non soltanto in difesa della categoria e per il rispetto della professionalità dei commercialisti, ma anche in favore dei clienti. Dalle opinioni che abbiamo raccolto in mattinata, l’idea diffusa è che i clienti ormai non credono più nella professione. I commercialisti sono sempre più considerati come «impiegati dello Stato a costo zero».

Lo sciopero dei commercialisti arriva non soltanto per protestare contro le novità fiscali introdotte dal Decreto 193/2016, gli otto nuovi adempimenti fiscali e una riforma Equitalia che nella sostanza cambia ben poco. La voce di protesta che si alza da Roma vuole recuperare la dignità del ruolo dei commercialisti, chiede ascolto da parte delle istituzioni. La richiesta è che prima di legiferare siano ascoltati i professionisti, i commercialisti, coloro che si trovano poi ad operare con le leggi dello Stato.

Inoltre, l’opinione diffusa è che la quadruplicazione degli adempimenti non aiuterà a combattere l’evasione fiscale. Secondo una commercialista intervistata dai nostri inviati esiste già il modo per scovare gli evasori totali e per incassare le entrate, ma lo Stato non lo vuole capire e, attualmente, fa ben poco di concreto per combattere il fenomeno.

Ore 11:00 - Sciopero commercialisti, a breve gli interventi dal palco

La piazza è piena e a breve cominceranno gli interventi dal palco. Intanto, le prime dichiarazioni e i commenti al Decreto 193/2016 e ad uno dei motivi dello sciopero dei commercialisti: la rottamazione Equitalia. Per ulteriori video e aggiornamenti seguici anche sulla pagina Facebook Informazione Fiscale.

Ore 10:25 - Sciopero commercialisti, intervista dott. Guido Rosignoli, ANC Roma

Ore 10:15 - Sciopero commercialisti, i perché della protesta. VIDEO in diretta

Ore 10.00 - Sciopero commercialisti, le foto dalla Piazza

Piazza dei Santi Apostoli comincia a riempirsi. Sono in tanti i commercialisti scesi in piazza che hanno aderito allo sciopero nazionale. Ecco le prime immagini della manifestazione che proseguirà fino alle 13 con interviste e interventi.

Sciopero commercialisti oggi, diretta: interviste e aggiornamenti in tempo reale

I commercialisti scioperano e alle 10 è stato fissato l’appuntamento in piazza dei Santi Apostoli a Roma per manifestare la propria disapprovazione e scontento nei confronti delle novità fiscali introdotte dal D.l. 193/2016, ma non solo.

Si tratta di un evento importante e significativo e a confermare l’ampia adesione alla manifestazione di protesta il comunicato del 2 dicembre di due importanti sigle sindacali dei commercialisti:

“È il momento di dare un segnale forte all’opinione pubblica, alla politica, alle istituzioni. È il momento di dimostrare che siamo una categoria, una categoria forte. È il momento di essere UNITI, senza alibi, senza scuse, senza protagonismi, senza ostentazioni e senza strumentalizzazioni. È il momento di uscire dagli studi e, nel rispetto delle regole di buon comportamento e di sicurezza pubblica, recarci numerosi in piazza a dimostrare che È ORA DI CAMBIARE.”

La manifestazione di oggi non sarà l’unico momento di protesta dei commercialisti e degli esperti contabili italiani: alla mobilitazione di Roma seguiranno altri due scioperi di categoria. In base alle indiscrezioni degli scorsi giorni si tratterà di due date simboliche, ovvero la fine di febbraio 2017, periodo di scadenza della dichiarazione Iva e la prima delle certificazioni uniche e la fine di marzo 2017, poco prima della scadenza dello spesometro annuale, l’adempimento sostituito dalle otto nuove comunicazioni telematiche. Sarà durante lo sciopero dei commercialisti organizzato in piazza dei Santi Apostoli a Roma che verrà molto probabilmente annunciato il doppio sciopero del 2017.

Argomenti:

Commercialista

Iscriviti alla newsletter

Money Stories