Scadenze fiscali, si riparte: il 20 agosto è una giornata di fuoco con 141 appuntamenti

Rosaria Imparato

20/08/2021

20/08/2021 - 12:31

condividi

Il Fisco riparte oggi 20 agosto con ben 141 appuntamenti: tra le scadenze fiscali più importanti ci sono le imposte sui redditi, gli adempimenti periodici e la domanda per l’esonero del canone RAI.

Scadenze fiscali, si riparte: il 20 agosto è una giornata di fuoco con 141 appuntamenti

Il Fisco riparte oggi 20 agosto, e sono ben 141 gli appuntamenti in scadenza. I contribuenti hanno ancora poche ore per effettuare adempimenti e versamenti.

Il 20 agosto si concentrano tantissime scadenze fiscali, proprio perché oggi termina la proroga feriale concessa al Fisco, che blocca adempimenti e pagamenti.

Oggi quindi si concentra il clou delle scadenze, facendo così di agosto uno dei mesi più caldi in tanti sensi. Gli appuntamenti principali riguardano gli adempimenti periodici IVA, IRPES E INPS, le imposte sui redditi per chi è rimasto escluso dalla proroga e l’esterometro.

Appuntamento importante è anche quello per chiedere l’esonero dal canone RAI per gli over 75.

Le imposte sui redditi per titolari di partita IVA e non

Partiamo dall’appuntamento con le imposte sui redditi. La scadenza del 20 agosto riguarda Irpef, addizionali regionali, Ires, cedolare secca e Irap, ed è valida sia per le partite IVA che per i non titolari di partita IVA:

  • i non titolari di partita IVA devono effettuare il versamento della seconda rata a titolo di primo acconto 2021 e saldo 2020;
  • i titolari di partita IVA invece effettuano il pagamento della terza rata a titolo di primo acconto 2021 e saldo 2020.

Imposte sostitutive, di registro e ritenute

Entro il 20 agosto va effettuato anche il versamento dell’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali sulle somme erogate ai dipendenti, nel mese precedente, in relazione a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione.

Lo stesso giorno i sostituti d’imposta devono effettuare il pagamento delle ritenute operate nel mese precedente.

Va effettuato anche il pagamento dell’imposta di registro sui contratti di locazione e affitto stipulati il 1° luglio 2021 o rinnovati tacitamente con decorrenza dalla stessa data.

Va inoltre effettuato, da parte dei datori di lavoro, il versamento dei contributi INPS dovuti sulle retribuzioni corrisposte a luglio 2021 (si può usare lo stesso modello F24 del versamento Irpef).

IVA mensile e trimestrale: chi deve pagare?

Il 20 agosto c’è anche l’ultima chiamata per effettuare i versamenti dell’IVA. Sono chiamati alla cassa sia gli operatori trimestrali che quelli mensili.

Nel dettaglio, il pagamento dell’IVA del 2° trimestre va fatta da:

  • i contribuenti IVA trimestrali;
  • le associazioni sportive dilettantistiche e soggetti assimilati;
  • i contribuenti Iva trimestrali «naturali».

Il pagamento dell’IVA del mese precedente va invece effettuato da:

  • soggetti che hanno affidato a terzi la contabilità;
  • Enti non commerciali e agricoltori esonerati per il versamento IVA relativa ad acquisti intracomunitari;
  • Enti pubblici con vincolo di tesoreria unica.

Esonero canone RAI per gli over 75

Di solito si può presentare domanda di esonero entro il 31 luglio, termine che cadendo di sabato è stato automaticamente differito al lunedì successivo. La sospensione feriale degli adempimenti ha portato all’ulteriore rinvio della scadenza, appunto al 20 agosto.

La possibilità di fare domanda è rivolta a chi ha compiuto 75 anni di età entro il 31 luglio. C’è anche un requisito reddituale: non può essere superiore a 8.000 euro.

Iscriviti a Money.it