Rottamazione ter e stralcio cartelle in scadenza: ultima chiamata per mettersi in regola

Rosaria Imparato

8 Agosto 2022 - 11:22

condividi

Le rate di saldo e stralcio e rottamazione delle cartelle sono in scadenza oggi 8 agosto: vediamo chi deve pagare e come effettuare i versamenti.

Rottamazione ter e stralcio cartelle in scadenza: ultima chiamata per mettersi in regola

Ultima chiamata per mettersi in regola con la pace fiscale: oggi 8 agosto cade la scadenza per pagare le rate di saldo e stralcio e rottamazione ter delle cartelle.

Il termine ultimo originario era il 31 luglio, ma come ogni scadenza della pace fiscale si devono prendere in considerazione i cinque giorni di tolleranza. La data dell’8 agosto va cerchiata in rosso sul calendario: chi non paga entro questo termine perde i benefici della definizione agevolata.

A stabilire il calendario dei pagamenti è stato il decreto Sostegni ter: il provvedimento ha previsto la riammissione ai benefici della rottamazione ter per i contribuenti che non hanno corrisposto, entro lo scorso 9 dicembre 2021, le rate in scadenza negli anni 2020 e 2021, fissando nuovi termini per il pagamento.

Vediamo chi deve pagare e come effettuare i versamenti.

Scadenza rate rottamazione e saldo e stralcio l’8 agosto: chi deve pagare

La scadenza del 31 luglio 2022 riguarda i contribuenti che sono rimasti indietro con il pagamento delle rate della rottamazione ter e del saldo e stralcio del 2021. Quindi, per mantenere i benefici della pace fiscale, dovranno essere pagate le rate originariamente in scadenza il 28 febbraio, il 31 maggio, il 31 luglio e il 30 novembre 2021.

Come anticipato, alle scadenze della pace fiscale vanno applicati i cinque giorni di tolleranza. È una sorta di mini-proroga della scadenza, per concedere una chance in più ai contribuenti che stanno regolarizzando la propria posizione col Fisco.

Chi paga entro questo periodo di cinque giorni dopo la scadenza stabilita non decade dai benefici della definizione agevolata. La scadenza del 31 luglio cade di domenica, e applicando i cinque giorni di tolleranza si arriva a far slittare il termine ultimo per pagare le rate del 2021 all’8 agosto.

Pace fiscale: come pagare le rate di saldo e stralcio e rottamazione ter

Per pagare le rate in scadenza nel 2021 bisogna utilizzare i bollettini già inviati da Agenzia delle entrate-Riscossione corrispondenti ai pagamenti non ancora effettuati.

In caso di smarrimento dei bollettini, si possono recuperare dal portale entrando in area riservata oppure richiedendo una copia della “Comunicazione delle somme dovute e moduli di pagamento” (senza necessità di pin e password).

È possibile pagare:

  • alla propria banca;
  • agli sportelli bancomat (ATM) abilitati ai servizi di pagamento Cbill;
  • con il proprio internet banking;
  • agli uffici postali;
  • nelle tabaccherie aderenti a Banca 5 SpA;
  • tramite i circuiti Sisal e Lottomatica;
  • sul portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it;
  • con l’App Equiclick;
  • tramite la piattaforma PagoPa;
  • direttamente agli sportelli ma esclusivamente su appuntamento da prenotare sul sito nella sezione «Trova lo sportello e Prenota».

I dettagli nel comunicato dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione del 29 luglio.

Comunicato stampa Agenzia delle Entrate-Riscossione - 29 luglio 2022
FISCO, ENTRO 8 AGOSTO PAGAMENTO RATE 2021 ROTTAMAZIONE E SALDO E STRALCIO

Le prossime scadenze della pace fiscale

L’ultima scadenza della pace fiscale riguarda le rate del 2022: il termine ultimo per considerare tempestivo il pagamento è fissato al 30 novembre 2022. Entro tale termine dovranno essere corrisposte le rate in scadenza del 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre 2022.

I cinque giorni di tolleranza applicati al termine del 30 novembre fanno slittare la scadenza al 5 dicembre 2022.