Salini: entro l’estate la cessione della divisione Plants&Paving della Lane?

A margine dell’incontro annuale della Consob con la comunità finanziaria, il Cfo del gruppo italiano, Massimo Ferrari, ha detto che la vendita procede bene, auspicando di arrivare alla firma dei contatti già prima dell’estate.

Salini: entro l'estate la cessione della divisione Plants&Paving della Lane?

Nessun passo indietro sulla riorganizzazione degli asset negli Stati Uniti. Anzi, Salini Impregilo procede spedita nel suo piano di cessione di alcune attività oltreoceano.

A confermarlo è il Cfo del gruppo italiano, Massimo Ferrari, a margine dell’incontro annuale della Consob con la comunità finanziaria.

Oggetto della vendita, il business Plants&Paving della controllata Lane Construction , da cui Salini intende ricavare un valore simile a quello investito per acquistare la società.

Intanto, il titolo del gruppo italiano guadagna terreno a Piazza Affari e alle 12 di oggi segna +2,13% a 2,21 euro.

Verso la vendita

Il processo di vendita dell’unità “asfalto” della Lane “sta procedendo molto bene” ha fatto sapere Ferrari, aggiungendo che

“L’obiettivo che ci ha dato l’ad Pietro Salini è di cedere queste attività a un valore almeno analogo all’intero investimento sostenuto a suo tempo per acquisire Lane. E posso assicurare che non è un target irraggiungibile”.

Per dirla in cifre, Salini dall’operazione si aspetta di ricavare almeno 406 milioni di dollari, che corrisponde al prezzo sborsato nel 2016 per l’acquisizione della controllata americana cui la divisione fa riferimento.

La razionalizzazione delle attività negli Usa era nell’aria da tempo e lo stesso Pietro Salini lo aveva confermato nel corso dell’assemblea degli azionisti a fine aprile.

Ora, dunque, si accelera con Ferrari che auspica un accordo a breve:

“Le firme dei contratti mi auguro avvengano prima dell’estate, mentre il closing avverrà certamente dopo”.

Addio a Piazza Affari?

L’operazione, non è ormai un mistero, rientra nella riorganizzazione che il gruppo guidato da Pietro Salini intende attuare negli Stati Uniti, mercato allettante per la società, dove intende far crescere il fatturato.

Per perseguire l’obiettivo, serve, dunque, concentrare gli investimenti e puntare sull’attività che realmente interessa: quella delle infrastrutture e delle grandi opere.

Oltre alla cessione della divisione Plants&Paving della Lane, il gruppo italiano starebbe valutando anche altre operazioni di M&A negli Usa per rafforzare la propria posizione competitiva. Sul tavolo anche l’opzione di quotarsi a Wall Street.

Ferrari plaude al discorso di Nava

Ma il direttore generale di Salini non si è soffermato solo sulle strategie aziendali della quotata italiana. A margine dell’incontro annuale della Consob con la comunità finanziaria, ha dimostrato di apprezzare le parole del presidente Mario Nava, in particolare il suo “approccio sostanziale”.

Dopo aver ascoltato il discorso del neo presidente dell’Authority a Piazza Affari, si è detto d’accordo con l’esigenza di

“colmare il gap fra mercato finanziario italiano e dimensione e ambizioni dell’economia italiana. Seppur in calo l’Italia mantiene un elevato tasso di risparmio e uno stock di risparmio privato molto significativo”.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Salini Impregilo

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.