Aumento di capitale Salini Impregilo: dettagli e obiettivi

Aumento di capitale Salini Impregilo: in arrivo il collocamento di nuove azioni per 600 milioni di euro. I dettagli

Aumento di capitale Salini Impregilo: dettagli e obiettivi

Aumento di capitale in arrivo per Salini Impregilo. L’operazione di collocamento sul mercato di nuove azioni è stata approvata ufficialmente dal cda del general contractor.

Questa mattina, quindi, è iniziato il processo di bookbuilding, al termine del quale verranno rese note ulteriori informazioni sull’offerta azionaria.

La decisione dell’impresa di costruzioni si inserisce nel piano aziendale previsto per il 2019-2021. Nello specifico, l’operazione di aumento di capitale vuole supportare Progetto Italia, nato per dare impulso al settore nazionale delle grandi opere e delle costruzioni.

Aumento di capitale Salini Impregilo: tutti i dettagli dell’operazione

Salini Impregilo cresce le sue ambizioni e lancia l’aumento di capitale. I numeri parlano di un’operazione importante, di 600 milioni di euro.

Non sono ancora noti i dettagli su numero di azioni e pricing di collocamento delle stesse. Le notizie al riguardo saranno comunicate soltanto alla chiusura del bookbuilding.

Secondo alcune previsioni, la forchetta di prezzo dell’offerta potrebbe essere compresa tra 1,4 e 1,5 euro per azione.

L’operazione di collocamento delle azioni vede Bank of America Securities e Citigroup nel ruolo di joint global coordinator e di joint bookrunner. Quest’ultimo sarà ricoperto anche da Natixis, nominata co-global coordinator. Banca Finnat ed Equita saranno co-lead manager.

Tutti gli istituti di credito hanno firmato un contratto di garanzia con Salini per impegnarsi a sottoscrivere nuove azioni eventualmente non allocate per un valore massimo di 150 milioni di euro.

Il valore dell’operazione, che si attesta sui 600 milioni di euro, è così ripartito in base agli accordi di investimento: 50 milioni sono il contributo del gruppo di riferimento. Cdp Equity offrirà 250 milioni, mentre 150 milioni saranno messi a disposizione da Unicredit, Intesa Sanpaolo e Banco Bpm.

È stato reso noto che Cdp Equity ha chiesto di poter sottoscrivere un numero minimo di nuove azioni nel collocamento istituzionale pari al possesso del 12,5% del gruppo post aumento.

Le prospettive industriali del gruppo costruzioni

Il comunicato ufficiale di Salini Impregilo chiarisce gli obiettivi della ricapitalizzazione e conferma la strategia già avviata di consolidamento ed espansione industriale.

“I proventi netti dell’aumento di capitale saranno destinati a supportare, in via prioritaria, il progetto volto a rafforzare il settore nazionale delle grandi opere e delle costruzioni (c.d. “Progetto Italia”), che farà parte del più ampio piano industriale della Società relativo al triennio 2019-2021.”

La società, quindi, intende continuare nella realizzazione di progetti espansivi. Oltre a sostenere le strategie costruttive nazionali, infatti, l’offerta di nuove azioni vuole sostenere anche l’acquisizione di Astaldi e dare impulso a investimenti futuri.

L’ad Pietro Salini ha ribadito nei giorni scorsi la volontà di acquistare rami dell’azienda Condotte. L’obiettivo è di rendere il proprio gruppo ancora più grande e forte.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Salini Impregilo

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \