Il gioco del gatto col topo dei rimborsi Bce e la «lezione» dei metalmeccanici tedeschi

Mauro Bottarelli

19/11/2022

Mentre Lagarde annuncia nuovi rialzi dei tassi (e recessione), le banche restituiscono meno prestiti delle attese. E gli spread festeggiano. Ma l’accordo ottenuto da IG Metall mostra un’altra strada

Il gioco del gatto col topo dei rimborsi Bce e la «lezione» dei metalmeccanici tedeschi

Adotteremo tutte le misure necessarie per riportare l’inflazione a target. Intervenendo allo European Banking Congress di Francoforte, Christine Lagarde indossa nuovamente il costume da falco. E rispolvera un vecchio mantra che sa molto di riallineamento alla Bundesbank: il rispetto del mandato statutario a tutela della stabilità dei prezzi. Il tutto in un contesto che, fin da principio, si delinea come la riproposizione del Trichet error del 2011: ovvero, aumento dei tassi in uno scenario macro ufficialmente dipinto come pre-recessivo.

Ma le parole della numero uno dell’Eurotower sono coincise con un avvenimento che, seppur destinato a catalizzare l’attenzione unicamente degli addetti ai lavori, ha aperto uno scenario di riflessione decisamente interessante: la scadenza del primo rimborso anticipato dei prestiti bancari a lungo termine TLTRO, come deciso dal board della Banca centrale dello scorso 27 ottobre. Come mostra questo grafico,

Money

Questo articolo è riservato agli abbonati

Abbonati ora

Accedi ai contenuti riservati

Navighi con pubblicità ridotta

Ottieni sconti su prodotti e servizi

Disdici quando vuoi

Sei già iscritto? Clicca qui

​ ​

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo