Petrolio: Covid e Cina frenano il greggio

Violetta Silvestri

28 Gennaio 2021 - 12:21

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il prezzo del petrolio torna a diminuire: l’oro nero è di nuovo in flessione, che succede?

Petrolio: Covid e Cina frenano il greggio

Prezzo del petrolio in osservazione: il greggio è di nuovo in flessione, che succede?

L’oro nero è sceso oggi, giovedì 28 gennaio, sulla scia di una domanda di carburante tornata a vacillare a causa di una pandemia in avanzata con le varianti, vaccini in ritardo e un dollaro USA più forte.

Il prezzo del petrolio è in affanno e il mercato petrolifero torna a tremare: per quali motivi?

Prezzo del petrolio torna giù: i motivi sono almeno tre

Quotazioni del greggio al ribasso oggi. Al momento in cui si scrive il prezzo del petrolio Brent sta diminuendo dello 0,25% ed è fermo a 55,39 dollari al barile.

Anche i future WTI sono in flessione, con scambi a -0,23% a 5272 dollari al barile.

Il mercato petrolifero era stato sostenuto all’inizio di questa settimana da un calo sorprendentemente ampio delle scorte di greggio statunitensi nel calcolo fino al 22 gennaio, che secondo gli analisti era dovuto a una ripresa delle esportazioni e a un calo delle importazioni.

Ora, però, l’attenzione di tutti gli investitori sta tornando sulla pandemia. E, nello specifico del settore oil, alla domanda di greggio, in sofferenza a causa dell’aumento dei contagi con le nuove varianti del virus. In più, il ritardo e i problemi sull’introduzione dei vaccini in Europa stanno alimentando speculazioni al ribasso per la ripresa del consumo energetico.

Stephen Innes, capo stratega del mercato globale di Axi, ha commentato:

“Stiamo passando da una semplice cancellazione della domanda per il primo trimestre a una valutazione di nuove sofferenze per la domanda nel secondo trimestre, a causa del lento lancio del vaccino. Soprattutto in Europa, dove la lenta somministrazione delle dosi e i blocchi prolungati indicano una doppia recessione”

Il coronavirus, quindi, si è di nuovo imposto come ostacolo all’aumento del prezzo del petrolio. Tuttavia questo è solo uno dei tre motivi che al momento stanno indebolendo il greggio.

L’altro aspetto da considerare è il mercato della Cina, il secondo più grande consumatore di petrolio al mondo. Il dragone sta affrontando un aumento dei casi di di Covid e sta imponendo limitazioni ai viaggi, proprio mentre si dirige verso quella che normalmente è la stagione di spostamenti più impegnativa dell’anno, le vacanze del capodanno lunare.

Il rallentamento cinese non è un tema di poco conto. Lo ha ricordato Vivek Dhar, analista delle materie prime della Commonwealth Bank:

“Erano loro [i conesi] a sostenere il mercato. Se si stanno formando problemi in Cina, per il momento questo mette davvero un freno alla storia della domanda.”

La questione spostamenti è cruciale. Il ministero dei Trasporti cinese ha previsto che il numero di viaggi che verranno effettuati aumenterà del 15% rispetto allo scorso anno, quando il virus imperversava, ma in calo del 40% rispetto al 2019.

La Gran Bretagna, bloccata dal 4 gennaio, mercoledì ha represso i viaggi, imponendo alle persone in arrivo dai Paesi ad alto rischio di mettere in quarantena per 10 giorni e vietando spostamenti in uscita per ragioni tutt’altro che eccezionali.

In questo scenario, l’economia degli Stati Uniti, il più grande utilizzatore di petrolio al mondo, probabilmente mostrerà una contrazione nel 2020 al ritmo più rapido dal 1946 nei dati del pomeriggio del 28 gennaio.

Infine, una considerazione sull’indice del dollaro, che misura il biglietto verde rispetto alle altre principali monete ed è salito a 90,753 da un minimo di gennaio di 89,206. Gli acquirenti che utilizzano altre valute devono pagare di più per il petrolio denominato in dollari, quando il biglietto verde aumenta.

Anche questo, quindi, sta spingendo in basso il prezzo del petrolio.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories