Covid, tutta la provincia di Perugia torna in zona rossa: scatta l’allerta varianti

Martino Grassi

6 Febbraio 2021 - 22:58

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Tutta la provincia di Perugia e 6 comuni della provincia di Terni torneranno in zona rossa a partire da lunedì. La decisione di è resa necessaria per evitare la diffusione delle nuove varianti identificate nella regione.

Covid, tutta la provincia di Perugia torna in zona rossa: scatta l'allerta varianti

Tutta la provincia di Perugia e sei comuni del Ternano tornano in zona rossa. La decisione è stata presa dopo un lungo incontro tra Anci, il Comitato tecnico scientifico, la Giunta regionale e Ministero della Salute. Attesa per le prossime ore la firma dell’apposita ordinanza da parte della Regione Umbria.

Per almeno due settimane in queste zone saranno introdotte nuovamente delle misure più restrittive rispetto a quelle valide nella Regione, che attualmente si trova in zona arancione. A spaventare maggiormente sono le nuove varianti, quella inglese e quella brasiliana, identificate in alcuni residenti.

Covid, tutta la provincia di Perugia torna in zona rossa

A partire da lunedì prossimo, e per almeno due settimane, tutta la provincia di Perugia e altri 6 comuni della provincia di Terni torneranno in zona rossa. La decisione si è resa necessaria per evitare la diffusione delle due varianti riscontrate in Umbria, anche all’esterno della provincia di Perugia.

La nuova ordinanza che potrebbe essere firmata nelle prossime ore è stata realizzata in accordo con il Ministero della Salute e i vertici della sanità regionale e la Presidente Tesei ha tradotto queste indicazioni degli esperti in un provvedimento più restrittivo introducendo delle nuove norme simili a quelle in vigore durante il lockdown nazionale dello scorso marzo-aprile 2020.

Tutti i dettagli saranno forniti appena l’ordinanza sarà pubblicata. Al momento è certo solamente che la zona rossa avrà validità dall’8 al 21 febbraio 2021 e ricalcherà in larga misura le regole delle zone rosse previste dal Dpcm 14 gennaio. Quasi certamente chiuderanno anche le scuole elementari e medie, ma è possibile che le restrizioni vengano estese anche alle scuole dell’infanzia e agli asili nido.

I nuovi ceppi di coronavirus, più contagiosi rispetto al patogeno originario e potenzialmente più letali, continuano a spaventare gli scienziati di tutto il mondo che temono una possibile inefficacia del vaccino, tanto che AstaZeneca è già al lavoro per produrre un nuovo siero contro le mutazioni che stanno emergendo nelle ultime settimane, che con molta probabilità potrebbe essere disponibile già dal prossimo autunno.

Gli altri comuni in zona rossa

Anche 6 piccoli comuni della provincia di Terni torneranno in zona rossa per almeno due settimane al fine di scongiurare la diffusione del virus ed in particolare delle varianti del Covid in altre zone della Regione e dell’Italia. I comuni che torneranno in lockdown sono:

  • Amelia;
  • Attigliano;
  • Calvi dell’Umbria;
  • Lugnano in Teverina;
  • Montegabbione;
  • San Venanzo.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories