Pensioni: senza Governo niente riforma, ma aumenterà l’IVA

In attesa di un nuovo Governo, l’Esecutivo guidato da Gentiloni ha approvato il DEF 2018: niente riforma delle pensioni, sì all’aumento dell’IVA già nel 2019.

Pensioni: senza Governo niente riforma, ma aumenterà l'IVA

È notizia di ieri che la Commissione Europea ha bocciato il sistema previdenziale italiano chiedendo una nuova riforma delle pensioni che punti maggiormente al contrasto della povertà.

Ma quante possibilità ci sono che ciò accada? Al momento - salvo colpi di scena - poche. Le trattative tra M5S e Centrodestra prima e tra M5S e Partito Democratico poi non hanno condotto ad alcun risultato ed è per questo che oggi, a due mesi dalle elezioni, l’Italia si trova ancora senza un Governo.

Gentiloni è ancora in carica così come i Ministri da lui nominati; resta da capire se lo sarà fino alle prossime elezioni (qualora si decidesse di tornare a votare per superare questa impasse) oppure se nel frattempo verrà nominato un nuovo Governo istituzionale dal Presidente Mattarella che avrà il compito di portare a termine degli obiettivi prefissati, come ad esempio apportare dei correttivi alla legge elettorale affinché la situazione attuale non si ripeta in futuro.

In caso di Governo istituzionale, così come di una conferma di Gentiloni, non ci sarà alcuna riforma delle pensioni. La conferma viene dal DEF 2018 - il Documento di economia e finanza - che ha appena ottenuto il via libera del Consiglio dei Ministri.

Nel DEF 2018 niente pensioni né lavoro

Il DEF è quel documento nel quale sono indicati gli obiettivi di politica economica e il programma dello Stato per il raggiungimento di determinati target.

Con questo documento si tenta di prevedere di quanto crescerà l’economia del Paese indicando tra l’altro le misure con le quali si intende favorire questa crescita.

Per questo motivo nel Documento di economia e finanza trova spazio anche una programmazione delle riforme stilate dal Governo, parametro utile ai fini della formazione della prossima Legge di Bilancio.

Come anticipato il DEF 2018 ha ottenuto il via libera da parte del Consiglio dei Ministri presieduto dal Presidente ad interim Paolo Gentiloni. Tuttavia vista la mancanza di un Esecutivo con pieni poteri quest’anno il Documento manca di tutta quell’area programmatica con le misure da attuare in campo economico, sociale e previdenziale.

Ciò conferma che sarà il prossimo Governo sostenuto dalla maggioranza parlamentare a decidere quali impegni prendere, ad esempio per quel che riguarda una riforma delle pensioni o del lavoro.

Al momento, quindi, il DEF 2018 è un documento neutro che si limita ad evidenziare l’attuale situazione economica del Paese e a prevedere il futuro in caso di politiche di bilancio invariate. Insomma, niente di più della “normale amministrazione” al quale è chiamato Gentiloni.

Nel dettaglio, tra le informazioni più importanti rilevate nel DEF troviamo:

  • deficit sceso dal 3% al 2,3% del PIL. Prevista una riduzione all’1,6% nel 2018 e allo 0,8% nel 2019;
  • debito pubblico previsto al 130,8% del PIL nell’anno in corso e al 128% nel 2019;
  • crescita del +1,5% PIL nel 2017, previsione del +1,5% per il 2018 e del +1,4% nel 2019;
  • tasso di disoccupazione all’11,2% nel 2017, 10,7% nel 2018 e 10,2% nel 2019.

Nel DEF 2018 sì all’aumento dell’IVA

Allo stesso tempo il DEF conferma l’aumento delle imposte indirette nel 2019, come previsto dalle clausole di salvaguardia in vigore.

Nel dettaglio, nel 2019 ci potrebbe essere un aumento dell’aliquota IVA agevolata dal 10% all’11,5%, e di quella ordinaria dal 22% al 24,2%. Un aumento progressivo negli anni che porterà l’IVA ordinaria al 25% nel 2021 e quella agevolata al 13% nel 2020.

Senza un nuovo Governo, quindi, non solo non avremo una riforma delle pensioni ma dovremo anche sottostare all’aumento dell’IVA che - secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore - comporterà un rincaro medio annuo di 317 euro per famiglia.

Sarà compito del nuovo Esecutivo, infatti, trovare i 12,5 miliardi di euro per il 2019 e i 19,1 miliardi per il 2020 come copertura dell’operazione per la sterilizzazione delle clausole di salvaguardia.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Def (Documento di economia e finanza)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.