Che cos’è la legge di Bilancio?

In parallalelo con l’emergenza Covid procedono i lavori per la nuova legge di Bilancio: ecco tecnicamente di cosa si tratta e perché è da sempre così importante per il nostro Paese.

Che cos'è la legge di Bilancio?

La legge di Bilancio 2021 sarà diversa dalle altre. Quello che è il momento più importante per ogni governo, in questo autunno arriva nel pieno della seconda ondata del Covid che sta colpendo duramento anche l’Italia.

Tra i vari provvedimenti la legge di Bilancio può essere considerata il cardine dell’azione di governo, visto che con la sua approvazione si va a determinare quello che sarà il bilancio dello Stato.

Se da sempre la discussione in merito alla Finanziaria occupava per settimane le prime pagine dei giornali, basti ricordare i recenti scontri con Bruxelles sul tema, adesso invece la manovra sta quasi passando in sordina.

Questo comunque non vuol dire che sarà una legge di Bilancio meno importante delle altre anzi, vista la gravità del momento, il testo andrà a contenere diverse misure fondamentali per la ripresa economica e per il sostegno a famiglie, lavoratori e imprese.

Che cos’è la legge di Bilancio?

Come spesso accade in politica, tutto il dibattito si concentra su una tematica senza però spiegare prima per bene quale sia l’oggetto della discussione. Fiumi di parole che alla fine confondono i cittadini.

La legge di Bilancio è una legge della nostra Repubblica, prevista dall’Articolo 81 della Costituzione Italiana, con la quale la maggioranza di governo decide le spese pubbliche e le entrate previste per l’anno successivo (quella ora in discussione si riferisce infatti al 2019).

Alla base della legge di Bilancio c’è il Documento di economia e finanza (Def): si tratta di un documento dove il governo, prima della manovra, mette nero su bianco quelle che saranno le scelte in materia di economia e finanza.

In pratica il Def va a determinare quello che sarà il perimetro economico (quanti soldi saranno a disposizione) dentro il quale si andrà a muovere la legge di Bilancio, determinando gli indicatori di crescita del Pil e del rapporto deficit/Pil.

Una volta che è stato delineato e approvato il Def, il governo imbastisce la legge di Bilancio elencando quelle che saranno le spese pubbliche e le entrate previste per l’anno successivo. Il testo deve essere approvato in maniera definitiva entro la fine dell’anno e le normative previste entrano poi in vigore dal 1 gennaio.

Perché è così importante?

A prescindere dalle varie leggi che il Parlamento può approvare, la legge di Bilancio e il Def sono i provvedimenti più importanti che vengono decisi dal governo, visto che indirizzano quello che sarà il futuro economico e finanziario del paese.

Decidendo in che settori investire le risorse e dove invece andare a tagliare per far riportare i conti, il governo in questo modo può dare una forte impronta a quella che è l’azione politica voluta dalla maggioranza.

In sostanza con la legge di Bilancio si vedono quelle che saranno le intenzioni e le strategie del governo per l’anno che deve venire. Senza dubbio è la prova più impegnativa a cui un esecutivo è sottoposto.

Questo naturalmente vale anche per l’attuale maggioranza giallorossa: nella legge di Bilancio 2021 infatti dovranno essere inserite molte delle misure necessarie a sostenere il Paese in questo drammatico momento segnato dall’emergenza Covid.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories