Def (Documento di economia e finanza)

Il Def, Documento di Economia e Finanza, è stato istituito con la legge n° 39 del 7 aprile 2011 e rappresenta un punto cardine nella programmazione della politica economica e di bilancio del paese. In altre parole il Def rappresenta il punto d’incontro tra politica nazionale e l’Unione Europea.

Il Documento di Economia e Finanza, così come riportato dal Dipartimento del Tesoro, si compone di tre parti:

  • la prima, curata dal Dipartimento del Tesoro, in cui è confluito il Programma di Stabilità dell’Italia;
  • la seconda “Analisi e tendenze della finanza pubblica”, di competenza del Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato, presenta le informazioni precedentemente indicate nella Relazione sull’Economia e la Finanza Pubblica - REF e nella Decisione di Finanza Pubblica - DFP;
  • la terza reca il Programma nazionale di Riforma – PNR, redatta dal Dipartimento del Tesoro d’intesa con il Dipartimento delle Politiche europee.

Def (Documento di economia e finanza), ultimi articoli su Money.it

Piano nazionale di riforme: cos’è e cosa prevede

Pubblicato il 6 luglio 2020 alle 10:17

Il Governo presenta il Piano nazionale di riforme con novità su fisco, evasione e investimenti sulla Scuola, si discute anche di salario minimo e potenziamento della didattica a distanza. Ecco cosa contiene il documento.

Money.it

Addio aumenti IVA e stop alle accise: il piano del MEF per abbassare le tasse

Pubblicato il 29 aprile 2020 alle 11:27

Addio aumento IVA e stop alle accise: il piano del MEF prevede la sterilizzazione delle clausole IVA, così da contenere i prezzi e abbassare le tasse del 2021. Vediamo cosa ha detto il ministro Gualtieri in audizione alla commissione Bilancio durante la presentazione del DEF 2020.

|