Niente rinnovo di contratto per le Forze Armate (per adesso)

Nessun accordo per il rinnovo del contratto per le Forze Armate e di Polizia: poca chiarezza sulla parte economica, manca quella normativa. Nel frattempo ecco alcune anticipazioni sulle tabelle stipendiali.

Niente rinnovo di contratto per le Forze Armate (per adesso)

Niente rinnovo del contratto per le Forze Armate e di Polizia; almeno per adesso.

L’incontro in programma il 17 gennaio 2018, infatti, si è concluso con una nuova fumata nera. Rispetto al precedente incontro non sono stati fatti passi in avanti, dal momento che l’amministrazione - rappresentata dall’Aran - non ha soddisfatto le richieste dei sindacati, i quali chiedevano maggiore chiarezza sia sulla parte economica che su quella normativa del nuovo contratto.

L’Aran non ha presentato le tabelle di ripartizione dei benefici stipendiali con le quali indicare l’importo degli aumenti di stipendi a seconda del ruolo e della qualifica di appartenenza.

Secondo la maggior parte dei rappresentanti delle Forze Armate con le risorse attualmente a disposizione si garantirà un aumento di salario non superiore ai 40€ netti mensili, più 8€ al mese per gli arretrati del 2016 e del 2017. Una cifra troppo bassa per i sindacati, ed è per questo che fino a quando non verrà fatta chiarezza non metteranno la loro firma sull’accordo.

D’altra parte dall’Aran non è arrivata l’apertura tanto attesa riguardo all’avvio di una discussione sulla parte normativa del nuovo contratto. L’amministrazione vorrebbe firmare l’accordo per la sola parte economica, rinviando la contrattazione su quella normativa ad un secondo momento. I sindacati chiedono che di diritti delle Forze Armate si parli fin da subito, senza rinviare l’onere della contrattazione al prossimo Governo.

Alla fine dell’incontro sindacati e ARAN si sono dati appuntamento a lunedì 22 gennaio 2018, quando si proverà a raggiungere un accordo condiviso. Se invece la firma continuerà a tardare sarà molto difficile che il piano del Governo di far partire gli aumenti da marzo 2018 si realizzi.

Aumenti (probabili) per le Forze Armate e di Polizia

Quindi neppure l’incontro di ieri è servito per fare chiarezza sugli importi del tanto atteso aumento di stipendio.

L’Aran infatti non ha presentato le tabelle stipendiali utili per capire quanto spetterà a seconda del ruolo e del corpo di appartenenza e come abbiamo visto è anche per questo motivo che non è stato ancora raggiunto un accordo.

Al momento l’unica certezza è che le risorse disponibili saranno ripartite per il 90% sul trattamento economico fisso e per il restante 10% su quello accessorio.

Per i sindacati in questo modo si arriverà a poco più di 40€ netti per un Ispettore Capo della Polizia di Stato, anche meno per i ruoli inferiori, ma sarà veramente così? Nell’attesa di scoprirlo ecco alcune tabelle che stanno circolando in rete in queste ore sulla possibile ripartizione dei benefici stipendiali.

Tabelle pubblicate in anteprima da Infodifesa.it non ufficiali, ma che non dovrebbero essere tanto difformi da quelle che l’amministrazione dovrebbe ufficializzare nei prossimi incontri.

Tabella Forze Armate

Tabella Arma dei Carabinieri

Tabella Guardia di Finanza

Tabella Polizia di Stato

Tabella Polizia Penitenziaria

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Rinnovo contratti statali

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.