Modello 730 precompilato 2018: istruzioni e scadenza

È disponibile online a partire da oggi, 16 aprile 2018, il modello 730 precompilato 2018: ecco come accedere, scaricare e quali sono le istruzioni e la scadenza per l’invio della dichiarazione dei redditi.

Modello 730 precompilato 2018: istruzioni e scadenza

Prende il via la stagione della dichiarazione dei redditi: il modello 730/2018 precompilato è disponibile online a partire da oggi, 16 aprile 2018.

Per visualizzare la precompilata, il modello 730 così come il modello Redditi 2018, sarà necessario accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate.

Per poter inserire ulteriori spese tra quelle ammesse in detrazione fiscale bisognerà pazientare ancora un po’: le modifiche e le integrazioni dei dati inseriti nella dichiarazione precompilata potranno essere effettuate a partire dal 2 maggio 2018, data a partire dalla quale sarà possibile inviare il 730 tramite Fisconline.

La scadenza per la presentazione del modello 730 precompilato 2018 è fissata al 23 luglio, termine che come noto riguarderà a partire da quest’anno tutti i contribuenti, anche quelli che si avvalgono dell’assistenza di CAF o commercialisti.

Anche questa volta sono molte le novità: la dichiarazione dei redditi precompilata dall’Agenzia delle Entrate fa il pieno di dati e ambisce a diventare sempre più completa, con un Fisco sempre “più consulente e meno controllore”.

È pari ad un miliardo il numero di dati transitati tramite il portale dell’Agenzia delle Entrate e tra questi 720 milioni riguardano le spese sanitarie che sarà possibile portare in detrazione.

A partire dall’anno d’imposta 2017, all’interno del 730 precompilato saranno indicate anche le spese per la frequenza dell’asilo nido, così come i dati delle spese sanitarie rimborsate e dei lavori di ristrutturazione effettuati nelle parti comuni dei condomini.

Nonostante gli sforzi, tuttavia, non tutte le spese ammesse in detrazione fiscale saranno presenti nel modello 730/2018 precompilato, motivo per cui saranno in molti a trovarsi obbligati a modificare la dichiarazione dei redditi prima di procedere con l’invio.

Con provvedimento del 9 aprile, inoltre, l’Agenzia delle Entrate ha illustrato le nuove funzionalità del 730 precompilato 2018: sarà possibile modificare, rettificare e integrare i dati di spese veterinarie e sanitarie in un’apposita sezione del portale Fisconline.

Di seguito vedremo come fare per accedere alla precompilata online per non farsi trovare impreparati circa le istruzioni e le modalità di modifica del modello 730 precompilato 2018 tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate.

Modello 730 precompilato pubblicato online dal 16 aprile 2018

Il 16 aprile 2018 è la data di avvio della stagione della dichiarazione dei redditi 2018, giorno in cui l’Agenzia delle Entrate pubblica online, all’interno del Cassetto Fiscale, il modello 730/2018 precompilato.

Cos’è la precompilata e perché ogni anno se ne parla tanto?

Ad introdurre la dichiarazione dei redditi precompilata è stato il decreto sulle Semplificazioni del 2014, periodo d’imposta a partire dal quale è stato avviato il progetto 730 precompilato.

All’interno del Cassetto Fiscale del contribuente l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione un modello 730 in parte già compilato con i dati relativi a spese sanitarie, universitarie e altro ancora.

Negli anni il modello precompilato di dichiarazione dei redditi è man mano migliorato, con un numero sempre maggiore di dati inseriti al suo interno. Nonostante i tentativi e gli apprezzabili sforzi dell’Agenzia delle Entrate è abbastanza raro che il contribuente invii la dichiarazione dei redditi senza modifiche.

Pertanto, dalla data di pubblicazione online del modello 730 precompilato, fissata al 16 aprile 2018, e fino al termine di scadenza per la presentazione della dichiarazione dei redditi, è possibile modificare e integrare i dati.

Il tutto può essere effettuato comodamente seduti alla propria scrivania e, di seguito, vedremo come fare.

Come accedere al modello 730 precompilato?

A partire da oggi, 16 aprile 2018, tutti i cittadini potranno accedere alla propria area riservata sul sito dell’Agenzia delle Entrate e visualizzare il modello 730 precompilato.

Successivamente, a partire dal 2 maggio 2018, sarà possibile modificare i dati ed effettuare l’invio della dichiarazione dei redditi tramite Fisconline.

Il modello Redditi potrà essere inviato, invece, a partire dal 10 maggio 2018.

Per poter accedere al modello 730 precompilato, visualizzare i dati, integrarli ed effettuare l’invio della dichiarazione dei redditi bisognerà essere in possesso delle credenziali per l’accesso ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate, ovvero:

  • credenziali per l’accesso a Fisconline;
  • Pin dispositivo Inps;
  • credenziali Spid;
  • Carta Nazionale dei Servizi.

Per coloro che attualmente non ne fossero in possesso si ricorda che è possibile richiederle in tempo utile per visualizzare i dati della dichiarazione dei redditi precompilata e scaricare il modello 730/2018 precompilato sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Dove visualizzare il modello 730/2018 precompilato?

Il modello 730 precompilato 2018 sarà caricato all’interno del Cassetto Fiscale del contribuente.

Sarà possibile accedere alla pagina web Info Precompilata dell’Agenzia delle Entrate per poter effettuare tutti i passaggi necessari per l’invio della dichiarazione dei redditi 2018: dalla modifica e integrazione dei dati fino alla trasmissione entro la scadenza del 23 luglio.

Per poter visualizzare e compilare il modello 730 precompilato 2018 bisognerà seguire pochi e semplici passaggi.

Come visualizzare il modello 730 precompilato online

Tutti i contribuenti in possesso di credenziali d’accesso al sito dell’Agenzia delle Entrate potranno visualizzare il modello 730/2018 precompilato su Fisconline seguendo la seguente procedura:

  • Visualizza i dati: i contribuenti potranno visualizzare l’elenco dei dati utilizzati dall’Agenzia delle Entrate per la messa a punto del modello 730/2018 precompilato, tra cui le spese sanitarie e i redditi conseguiti nell’anno d’imposta 2017;
  • Scegli il modello: nella sezione a destra della pagina contenente i dati è necessario cliccare sul link ipertestuale che rimanderà alla seconda pagina, in cui bisognerà scegliere il modello di dichiarazione da utilizzare, nel nostro caso il modello 730/2018. L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti anche una guida opzionale alla scelta del modello di dichiarazione utile alla propria situazione reddituale;
  • Visualizzare il modello 730/2018 precompilato: dopo aver confermato la scelta sarà possibile visualizzare la propria dichiarazione dei redditi precompilata, scaricarla in pdf o in versione testuale.

Dopo aver effettuato questa procedura sarà già possibile scaricare la dichiarazione dei redditi precompilata.

Nel caso in cui i dati inseriti dall’Agenzia delle Entrate non fossero corretti è possibile modificare e integrare le informazioni contenute nella dichiarazione precompilata.

Si ricorda che per chi accetta online il 730 precompilato senza apportare modifiche non dovrà più esibire le ricevute che attestano oneri detraibili e deducibili e non sarà sottoposto a controlli documentali.

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Modello 730 precompilato

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Anna Maria D'Andrea

Anna Maria D’Andrea

ieri

Modello 730/2018: istruzioni e scadenza

Modello 730/2018: istruzioni e scadenza

Commenta

Condividi

Anna Maria D'Andrea

Anna Maria D’Andrea

1 settimana fa

Modello 730 precompilato, scadenza il 23 luglio 2018. Già 2,3 milioni gli invii

Modello 730 precompilato, scadenza il 23 luglio 2018. Già 2,3 milioni gli invii

Commenta

Condividi

Anna Maria D'Andrea

Anna Maria D’Andrea

2 settimane fa

Modello 730/2018, in scadenza l’invio tramite sostituto d’imposta

Modello 730/2018, in scadenza l'invio tramite sostituto d'imposta

Commenta

Condividi