Modello 730 precompilato 2022, da quando è disponibile l’accesso?

Rosaria Imparato

19/04/2022

14/05/2022 - 10:55

condividi

Da quando è disponibile l’accesso al modello 730 precompilato? Vediamo come fare e quali sono le ultime novità.

Modello 730 precompilato 2022, da quando è disponibile l'accesso?

Da quando è possibile accedere al modello 730 precompilato 2022? Ci sono importanti novità circa il calendario della dichiarazione dei redditi. Gli appuntamenti, infatti, slittano in avanti: l’accesso al 730 precompilato sarà disponibile solo dal 23 maggio 2022.

L’apertura della stagione della dichiarazione dei redditi è stata prorogata con un emendamento al decreto Sostegni ter, approvato e ormai in vigore. Le modifiche prevedono una proroga della messa a disposizione della dichiarazione precompilata, usata soprattutto da lavoratori dipendenti e pensionati, che l’Agenzia delle entrate compila con i dati i suoi in possesso.

Questo tipo di dichiarazione fa parte della politica di semplificazione fiscale, perché da quando viene messa a disposizione da parte dell’Amministrazione finanziaria, il contribuente può accedere, consultarla e inviarla (anche modificandone o integrandone i dati).

Modello 730 precompilato, da quando è disponibile l’accesso?

Il modello 730 precompilato è la dichiarazione “prediletta” dei contribuenti con redditi da lavoro dipendente o assimilati e da pensione. Le istruzioni dell’Agenzia delle entrate sono state aggiornate il 15 aprile proprio per assorbire le novità sulla messa a disposizione del 730 precompilato:

“Il modello 730 precompilato viene messo a disposizione del contribuente, a partire dal 23 maggio, in un’apposita sezione del sito internet dell’Agenzia delle entrate www.agenziaentrate.gov.it.”

I dati contenuti nel modello 730 precompilato sono quelli che l’Agenzia delle Entrate può estrarre dai database tributari disponibili. Il primo passo per ottenere questi dati è la trasmissione della Certificazione unica da parte dei sostituti d’imposta, dei datori di lavoro e degli enti pensionistici.

L’invio delle spese detraibili è l’altro adempimento che spetta ai soggetti terzi (per esempio, gli amministratori di condominio devono comunicare se ci sono stati interventi agevolati all’edificio, oppure i veterinari devono comunicare i dati relativi alle spese sostenute), indispensabile per la predisposizione della dichiarazione dei redditi.

Tutti questi dati consentono all’Agenzia delle entrate di predisporre il modello 730 precompilato 2022, relativo all’anno di imposta 2021. Il 730 precompilato segue la stessa scadenza del modello ordinario, quindi deve essere presentato entro il 30 settembre direttamente all’Agenzia delle entrate o al Caf o al professionista o al sostituto d’imposta.

Come accedere al 730 precompilato 2022

Per accedere al modello 730 precompilato bisogna essere in possesso di una delle seguenti credenziali:

  • un’identità Spid;
  • Carta di identità elettronica;
  • una Carta Nazionale dei Servizi.

Le credenziali dispositive rilasciate dall’Inps sono utilizzabili solo per i cittadini residenti all’estero non in possesso di un documento di riconoscimento italiano.

Una volta effettuato l’accesso, è possibile visualizzare:

  • il modello 730 precompilato;
  • un prospetto con l’indicazione sintetica dei redditi e delle spese presenti nel 730 precompilato e delle principali fonti utilizzate per l’elaborazione della dichiarazione (ad esempio i dati del sostituto che ha inviato la Certificazione Unica oppure i dati della banca che ha comunicato gli interessi passivi sul mutuo).

Se le informazioni in possesso dell’Agenzia delle entrate risultano incomplete, queste non vengono inserite direttamente nella dichiarazione ma sono esposte nell’apposito prospetto per consentire al contribuente di verificarle ed eventualmente indicarle nel 730 precompilato.

Altre informazioni che si ottengono dall’accesso al 730 precompilato riguardano l’esito della liquidazione, cioè il rimborso che sarà erogato dal sostituto d’imposta e/o le somme che saranno trattenute in busta paga.

Il contribuente può accedere alla propria dichiarazione precompilata anche tramite il proprio sostituto che presta assistenza fiscale oppure tramite un Caf o un professionista abilitato. In questo caso, però, deve consegnare al sostituto o all’intermediario un’apposita delega per l’accesso al 730 precompilato.

Iscriviti a Money.it