Modello 730 precompilato: controlli anche per chi lo invia senza modifiche

Modello 730 precompilato 2018: criticità e problemi sottolineati dall’ANC che, smentendo le promesse del Fisco, chiarisce che i controlli valgono anche per chi invia la dichiarazione senza modifiche.

Modello 730 precompilato: controlli anche per chi lo invia senza modifiche

Modello 730 precompilato: con il comunicato stampa pubblicato il 9 maggio 2018 l’Associazione Nazionale dei Commercialisti (ANC) ha esaminato le novità introdotte dall’Agenzia delle Entrate facendone emergere le principali problematiche.

Dal 16 aprile scorso l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione dei contribuenti il modello 730 precompilato che dovrà essere inviato telematicamente entro la scadenza del 23 luglio 2018.

Alla luce delle tanto acclamate novità introdotte dall’Amministrazione finanziaria, l’ANC ha chiarito che molte innovazioni non hanno portato ad una reale semplificazione per i cittadini.

Soprattutto in relazione al fatto che non è vero che la compilazione della precompilata risulta essere automatica, in quanto resta fondamentale il ruolo dei Commercialisti e dei Caf che devono continuare ad assistere i contribuenti.

Non solo: poca chiarezza secondo l’Anc anche per ciò che riguarda le sanzioni in quanto non è assolutamente vero che chi decide di accettare il modello 730 precompilato così come predisposto dall’Agenzia delle Entrate non può essere sottoposto ad un controllo di legittimità.

Modello 730 precompilato 2018: poca chiarezza su controlli e modifiche

Dopo quasi tre anni dalla sperimentazione del nuovo sistema l’ANC cerca di fare il punto sulle novità introdotte dal Fisco in merito alla dichiarazione precompilata.

L’ANC in particolare sottolinea che l’operazione portata avanti dall’Agenzia delle Entrate non ha avuto un grande successo. Infatti nel 2017 su una platea di oltre 20 milioni di potenziali contribuenti, sono stati circa 2 milioni coloro che hanno presentato la dichiarazione precompilata, una percentuale estremamente contenuta che dovrebbe far riflettere l’Amministrazione finanziaria.

Non solo: nel comunicato stampo si sottolinea il fatto che parlare di compilazione automatica della dichiarazione precompilato sia errato in quanto rimane fondamentale il ruolo dei Commercialisti o dei Caf che affiancano i contribuenti nella compilazione del modello 730 precompilato.

Un’altra criticità che emerge dallo studio dell’Associazione Nazionale dei Commercialisti riguarda la poca chiarezza in materia di sanzioni.

In particolare questa spiega che non è vero che chi decide di accettare la dichiarazione precompilata così come compilata dall’Agenzia delle Entrate non possa essere sottoposto a dei controlli di legittimità delle condizioni soggettive rispetto agli oneri presenti nel quadro E.

Infatti ciò che che con l’accettazione, senza modifiche, della dichiarazione precompilata viene escluso è unicamente il controllo formale o documentale dei soli oneri art. 36 ter.

Compilazione assistita: segnalate criticità nel funzionamento

Nel comunicato stampa dell’ANC si parla anche della compilazione assistita che è stata introdotta quest’anno con lo scopo di facilitare i contribuenti.

A partire dal 7 maggio 2018 è possibile modificare singole voci di spesa delle sezioni I e II del quadro E del 730 relativo agli oneri detraibili o deducibili.

Purtroppo però sono state segnalate già alcune criticità nel funzionamento di questa nuova modalità, in particolare per quanto riguarda il suo accesso e l’acquisizione delle modifiche da parte del sistema, il quale evidentemente richiede adeguate conoscenze fiscali ed informatiche.

Appare dunque evidente che per quanto il Fisco voglia far credere ai contribuenti che si sono raggiunti ottimi risultati e che si sono compiuti grandi passi in avanti con la dichiarazione precompilata, in realtà ci sono molte problematiche che riguardano il modello 730 precompilato e la sua compilazione.

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Modello 730 precompilato

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.