Mercati oggi vacillano: nuova variante Covid scuote l’ottimismo

Violetta Silvestri

21 Dicembre 2020 - 08:25

condividi
Facebook
twitter whatsapp

I mercati oggi perdono slancio: la variante Covid diffusa in Regno Unito sta scuotendo gli investitori, mentre negli USA c’è l’accordo sul pacchetto fiscale. Cosa succede nelle Borse?

Mercati oggi vacillano: nuova variante Covid scuote l'ottimismo

Mercati oggi guidati da eventi contrastanti: l’ottimismo per l’accordo finalmente raggiunto dal Congresso USA sul pacchetto di stimoli ha lasciato spazio al pessimismo sul nuovo ceppo Covid che si sta diffondendo in Regno Unito e non solo.

Le Borse stanno seguendo con interesse questi aggiornamenti, ben sapendo che un ritorno violento dei contagi in Europa, negli USA e in Asia potrebbe compromettere la ripresa globale nonostante il successo dei vaccini.

Cosa succede, quindi, sui mercati oggi?

Nuova variante Covid scuote i mercati: che succede oggi?

Le azioni asiatiche hanno vacillato e la sterlina è scivolata oggi, 21 dicembre mentre il timore per un nuovo ceppo di coronavirus sta chiudendo gran parte del Regno Unito.

La preoccupazione sulla variante del Covid ha offuscato anche la notizia di un accordo finalmente raggiunto negli USA sul disegno di legge di stimolo.

La sterlina è affondata dell’1,2% a $ 1,3352 dopo che diversi Paesi europei hanno chiuso i confini con il Regno Unito mentre la nazione è entrata in un blocco molto severo incalzata da un aumento pericoloso dei contagi.

Il primo ministro Boris Johnson presiederà oggi, 21 dicembre, una riunione di risposta alle emergenze per discutere su viaggi internazionali e flusso di merci in entrata e in uscita dalla Gran Bretagna che appare isolata con lo stop dei voli da diversi Stati, anche dall’Italia.

L’incertezza Covid si aggiunge allo stallo Brexit, considerando che il tenpo è ormai scaduto e non sono pervenute intese.

In questo scenario, l’indice MSCI di azioni Asia-Pacifico al di fuori del Giappone è sceso dello 0,2% dopo aver raggiunto una serie di picchi record la scorsa settimana. Il Nikkei giapponese ha invertito i primi guadagni scendendo dello 0,4%, dal suo massimo dall’aprile 1991.

Le azioni della Cina continentale hanno scambiato al rialzo, con il composito di Shanghai in aumento dello 0,66% mentre la componente di Shenzhen hab guadagnato l’1,497%.

L’indice Hang Seng di Hong Kong è leggermente diminuito. Le azioni quotate a Hong Kong del più grande produttore di chip cinese SMIC sono scese di oltre il 2% dopo che l’azienda è stata recentemente aggiunta all’elenco delle entità del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, limitando la sua capacità di accedere a determinate tecnologie statunitensi.

Buone notizie dagli USA

Negli Stati Uniti, il leader della maggioranza del Senato repubblicano Mitch McConnell ha affermato che è stato raggiunto un accordo del Congresso su un disegno di legge di stimolo di circa 900 miliardi di dollari.

La notizia ha visto i futures per l’S&P 500 fare un balzo, per poi scemare con una perdita dello 0,2% con il progredire della sessione.

La notizia da Washington, comunque, è molto importante e segna una svolta visto lo stallo di settimane sulla questione.

I legislatori adesso si muoveranno per votare la proposta, insieme a un disegno di legge sulla spesa pubblica per l’intero anno. Milioni di americani hanno atteso aiuti per mesi visto che il Congresso non è riuscito a concordare un pacchetto per rilanciare un sistema sanitario e un’economia in crisi sotto il peso della pandemia.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories