Mercati oggi: Asia in rosso, segnali di allarme nelle Borse

Violetta Silvestri

26/01/2021

12/07/2021 - 13:35

condividi

Mercati in ritirata oggi: in Asia gli indici scivolano in territorio negativo, assorbendo segnali di allarme per tutte le Borse, finora in rialzo. Che succede?

Mercati oggi: Asia in rosso, segnali di allarme nelle Borse

Mercati oggi: è tonfo rispetto ai massimi record delle scorse settimane.

Le azioni asiatiche sono scese, entrando in territorio negativo e indebolite dalle persistenti preoccupazioni su potenziali ostacoli allo stimolo da $ 1,9 trilioni del piano Biden.

In generale, gli indici globali si sono ritirati poiché gli investitori sono in cerca di nuovi catalizzatori per spingerle al rialzo o almeno giustificare le valutazioni attuali. Un segnale in questa direzione potrebbe provenire da una serie di rapporti sugli utili in arrivo questa settimana.

Sui mercati di oggi, quindi, pesano alcuni campanelli di allarme che sono tornati a risuonare: dall’incertezza sulle mosse USA al ritorno ai blocchi per arginare il virus in diverse parti del mondo. Che succede nelle Borse?

Mercati: oggi è tonfo, che succede?

Nel “pieno rosso” previsto su tutti i mercati, Corea del Sud e Hong Kong hanno superato i perdenti e sono scesi di oltre il 2% ciascuno, il Giappone ha perso lo 0,9% e le azioni cinesi sono diminuite dell’1,6%.

L’indice MSCI più ampio di azioni Asia-Pacifico al di fuori del Giappone è sceso dell’1,5% a 717,3 ma non è stato lontano dal massimo record raggiunto lunedì ed è ancora in crescita dell’8% quest’anno. L’indice stava per registrare il suo calo più consistente dalla fine di novembre.

I futures EUROSTOXX 50 sono scesi dello 0,1% mentre i futures FTSE hanno guadagnato lo 0,03%, indicando un’apertura mista per i mercati azionari europei. I future sull’E-Mini per l’S&P 500 ESc1 sono scesi dello 0,5%.

Gli USA sono rimasti sotto i riflettori nel guidare il sentiment di mercato. L’inquietudine dei repubblicani del Senato per le dimensioni del pacchetto pianificato “è stata sufficiente per abbattere le azioni dai loro massimi intraday”, secondo esperti e strateghi.

Non solo, la confusione che si sta creando sui vaccini, con alcuni ritardi nella produzione e l’avanzare della pandemia in diverse parti del mondo continuano a generare incertezza nel breve-medio periodo.

In più, le tensioni nello Stretto di Taiwan e nel Mar Cinese Meridionale si sono aggiunte ai motivi di cautela nei mercati cinesi.

Un’ondata di offerta di denaro, tassi di interesse bassissimi o nulli e il lancio di vaccini hanno innescato un rally “compra tutto” negli ultimi mesi. Alcuni investitori - indicando i prezzi alle stelle di asset come bitcoin o, lunedì, l’impennata del prezzo delle azioni del rivenditore di videogiochi Gamestop a corto raggio - stanno iniziando a temere l’ingresso dei mercati in territorio bolla.

In attesa della decisione Fed di domani, 27 gennaio e di capire quali altri segnali capteranno gli investitori, oggi i mercati hanno messo il freno ai guadagni, evidenziando campanelli di allarme.

Argomenti

# Borse
# Asia

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.