Lotteria degli scontrini, seconda estrazione l’8 aprile: i biglietti vincenti

Rosaria Imparato

08/04/2021

08/04/2021 - 13:03

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Lotteria degli scontrini, oggi 8 aprile c’è stata la seconda estrazione mensile. I biglietti vincenti sono stati comunicati dall’Agenzia delle Dogane con un tweet alle 13.00 in anteprima nazionale. In palio 10 premi da 100.000 euro per i clienti e 10 premi da 20.000 per i commercianti.

Lotteria degli scontrini, seconda estrazione l'8 aprile: i biglietti vincenti

Lotteria degli scontrini, oggi giovedì 8 aprile c’è stata la seconda estrazione. Sono previsti premi non solo per i clienti, ma anche per i negozianti. In palio ci sono 10 premi da 100.000 euro per gli acquirenti e 10 premi da 20.000 euro per gli esercenti che decidono di partecipare (aderire infatti non è obbligatorio per nessuna delle parti).

Concorrono gli scontrini emessi dal 1° al 31 marzo per acquisti effettuati in negozi fisici e pagati in modalità cashless, per un totale di 22 milioni di scontrini.

La lotteria prende piede tra i consumatori, visto che rispetto allo scorso mese sono stati emessi il 33% di scontrini in più.

Per ora le estrazioni sono mensili: quelle settimanali inizieranno da giovedì 10 giugno 2021.

Così come la prima estrazione, anche oggi 8 aprile l’Agenzia delle Dogane renderà pubblici i codici vincenti sul proprio canale Twitter alle 13.00 in anteprima nazionale.

Lotteria degli scontrini, seconda estrazione l’8 aprile: i biglietti vincenti

Oggi 8 aprile c’è stata la seconda estrazione della lotteria degli scontrini, che ha decretato i vincitori -tra cittadini ed esercenti- dei premi messi in palio.

L’estrazione è avvenuta alle 13.00 sul profilo Twitter dell’Agenzia delle Dogane: i codici degli scontrini associati ai biglietti vincenti saranno poi pubblicati sul Portale della lotteria, sul quale chi si è iscritto può controllare se è il possessore dello scontrino associato al biglietto estratto.

Nella determinazione del 5 marzo vengono spiegate tutte le regole.

In particolare, l’estrazione del biglietto virtuale è ritenuta nulla -e quindi l’operazione viene ripetuta- se il biglietto è:

  • associato ad un corrispettivo già vincente nel corso della stessa estrazione;
  • associato ad un corrispettivo riferito a un codice lotteria di una persona fisica non residente in Italia alla data di acquisto dei beni e dei servizi;
  • associato ad un corrispettivo annullato o reso;
  • associato ad un corrispettivo riferito a un codice lotteria per cui il consumatore abbia esercitato il diritto di opposizione al trattamento dei dati o di cancellazione dei dati.

Fatte le opportune verifiche, l’Agenzia delle Dogane contatta i vincitori, che hanno 90 giorni di tempo per reclamare il proprio premio.

Lotteria degli scontrini, seconda estrazione l’8 aprile: come partecipare?

Il primo step per partecipare alla lotteria degli scontrini è richiedere il proprio codice lotteria. La procedura è molto semplice ed è necessario solo il codice fiscale del richiedente: il sistema restituisce il codice sia in versione alfanumerica che nel formato barcode (cioè codice a barre).

Il codice lotteria va mostrato all’esercente al momento del pagamento cashless, condicio sine qua non della lotteria degli scontrini. Quindi, si può pagare con:

  • carte di credito;
  • carte di debito;
  • bancomat;
  • carte prepagate;
  • carte e app connesse a circuiti di pagamento privativi e a spendibilità limitata.

Lotteria degli scontrini, seconda estrazione mensile l’8 aprile: quali sono gli acquisti validi?

Per partecipare alla riffa di Stato collegata al Piano Italia Cashless non basta pagare con moneta elettronica. Ci sono alcuni acquisti esclusi dalla partecipazione alla lotteria degli scontrini, ovvero:

  • quelli di importo inferiore a 1 euro;
  • quelli effettuati nell’esercizio di attività d’impresa, arte o professione;
  • quelli per cui il consumatore chiede all’esercente di acquisire il codice fiscale ai fini di detrazione o deduzione fiscale;
  • quelli effettuati online.

Inoltre, sono escluse anche le spese:

  • documentate mediante fattura elettronica;
  • collegate al Sistema Tessera Sanitaria, come farmacie, parafarmacie, ottici, laboratori di analisi, ambulatori veterinari, per le quali il consumatore comunica il proprio codice fiscale.

Si potrà verificare l’eventuale vincita anche dalla propria riservata: sia cittadini che negozianti hanno 90 giorni di tempo per reclamare il premio, altrimenti il premio verrà versato nelle casse dello Stato.

Ricordiamo infine che gli esercenti hanno tempo fino al 1° ottobre per adeguare il proprio registratore di cassa al nuovo tracciato per la trasmissione dei corrispettivi telematici all’Agenzia delle Entrate. Partecipare alla lotteria non è obbligatorio, ma i clienti che si vedono negata la possibilità di vincere uno dei premi possono segnalare il commerciante sull’apposito portale.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories