Lotteria degli scontrini: che succede se il premio non viene reclamato?

Rosaria Imparato

10 Marzo 2021 - 11:04

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Lotteria degli scontrini, l’11 marzo la prima estrazione: sia cittadini che negozianti hanno 90 giorni di tempo per reclamare il premio, altrimenti la vincita verrà versata nelle casse dello Stato.

Lotteria degli scontrini: che succede se il premio non viene reclamato?

Lotteria degli scontrini, l’11 marzo 2021 c’è la prima estrazione: ma cosa succede se non viene reclamato il premio?

Per la precisione, si tratta di 10 premi da 100.000 euro, messi in palio per i cittadini maggiorenni che hanno mostrato il proprio codice lotteria al momento dell’acquisto effettuato con mezzi tracciabili.

In palio ci sono anche vincite per gli esercenti (i quali, ricordiamo, non sono obbligati a partecipare): dieci premi da 20.000 euro.

Ma cosa succede se il cittadino baciato dalla dea bendata non reclama il premio? Ci sono delle tempistiche da rispettare: se la vincita non viene reclamata entro 90 giorni, non si ha più diritto al premio.

Lotteria degli scontrini: che succede se il premio non viene reclamato? Il cittadino ha 90 giorni di tempo

La comunicazione ufficiale in caso di vincita di uno dei premi messi in palio dalla lotteria degli scontrini avviene ricevendo:

  • una PEC;
  • una raccomandata A/R.

Il cittadino fortunato ha 90 giorni di tempo per reclamare il premio seguendo le istruzioni indicate nella comunicazione. Secondo le FAQ presenti sul Portale ci si deve recare presso l’Ufficio ADM territorialmente competente in base alla propria residenza o al proprio domicilio fiscale, dove va effettuata l’identificazione e l’indicazione delle modalità di pagamento.

Se non è stato segnalato alcun indirizzo di posta elettronica certificata nell’area riservata del portale (o se l’indirizzo di PEC non è attivo o la casella piena) l’Agenzia delle dogane e dei monopoli avvisa il vincitore tramite raccomandata AR all’ultimo indirizzo di residenza o al domicilio fiscale, disponibile nell’ANPR Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente o in Anagrafe Tributaria.

In ogni caso entro 90 giorni dalla ricezione della comunicazione il cittadino deve. a pena di decadenza, recarsi presso l’Ufficio dei monopoli territorialmente competente per l’identificazione e l’indicazione delle modalità di pagamento.

Passati i tre mesi si perde il diritto di reclamare la propria vincita, e il premio viene versato all’Erario.

Lotteria degli scontrini e reclamo premi: 90 giorni di tempo anche per i negozianti

I negozianti vincitori di uno dei premi saranno contattati tramite PEC all’indirizzo disponibile sull’indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata.

Se la casella non risulta più attiva o è piena, la comunicazione sarà inviata con la raccomandata con avviso di ricevimento al domicilio fiscale.

Anche per gli esercenti -che non sono obbligati a partecipare- è prevista la stessa tempistica da rispettare, quindi passati i 90 giorni di tempo senza reclamare il premio questo verrà versato nelle casse dello Stato.

In ogni caso, è possibile verificare nell’area riservata del portale lotteria se si è tra i fortunati vincitori.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO