Lotteria scontrini 2018 rinviata. Ecco perché

La lotteria degli scontrini pronta per il 2018 è stata nuovamente rinviata. Complice il caos con lo spesometro, ma non solo.

Lotteria scontrini 2018 rinviata. Ecco perché

Lotteria scontrini 2018: nulla da fare.

Il meccanismo per combattere l’evasione fiscale introdotto con la Legge di Bilancio 2017 varata dal governo Renzi è stato rinviato ancora.

Non comparirà dunque nella nuova legge di bilancio del governo Gentiloni. L’idea era nata per contrastare in una maniera del tutto sui generis l’evasione fiscale che ogni anno colpisce l’Italia.

La lotteria degli scontrini sarebbe dovuta essere un’occasione per dare peso allo scontrino commerciale che spesso non viene rilasciato dai commercianti e tanto meno viene chiesto dagli stessi consumatori, creando così un meccanismo disastroso per il fisco italiano.

La lotteria, già rinviata con il Decreto Milleproroghe, non ha una data ufficiale. Si viene a conoscenza solo dei motivi per cui non sarà attuata a decorrere dal 1° gennaio 2018. Vediamo insieme quali sono.

Lotteria scontrini 2018 rimandata, perché?

Con la speranza di poter contrastare l’evasione fiscale italiana, la Finanziaria del governo Renzi aveva organizzato una vera e propria lotteria degli scontrini.

Al pari di un’estrazione del lotto, la lotteria degli scontrini avrebbe permesso ad ogni consumatore partecipante di vincere un premio. A ridosso del suo avvio, la lotteria è stata però rimandata nuovamente.

Uno dei motivi è da imputare al caos generato con lo spesometro, vittima di una serie di errori nella messa a punto del software, lo stesso che a quanto pare avrebbe dato vita alla lotteria.

Come per lo spesometro, la Sogei avrebbe dovuto dirigere i lavori per il software della lotteria degli scontrini. Ma dopo la scoperta di un buco che permetteva di consultare e modificare i dati Iva dei contribuenti comunicati all’Agenzia delle Entrate, il governo ha rallentato sulla decisione di far decollare con decorrenza 1° gennaio 2018 la lotteria degli scontrini.

Caos spesometro, a rischio anche la lotteria degli scontrini?

Il susseguirsi di errori e problemi con il software dello spesometro ha messo in tilt sia l’Agenzia delle Entrate che la stessa Sogei, la società del Ministero dell’Economia che cura la parte informatica della Pubblica Amministrazione.

La paura è che possa ripresentarsi la possibilità di aggirare i dati inseriti nel software, come successo con lo spesometro. O ancor peggio: i dati da trasmettere sarebbero di più, e la natura di questi più sensibile rispetto a quelli delle fatture telematiche.

Un errore del genere non avrebbe margini di risoluzione, e la lotteria degli scontrini sarebbe compromessa del tutto.

Rinvio lotteria degli scontrini: ecco come doveva funzionare

Il rinvio della lotteria degli scontrini potrebbe non esser stato del tutto un evento negativo.

Almeno non per quella categoria di commercianti che ha storto il naso una volta venuti a conoscenza dell’iniziativa, soprattutto non essendo ancora definite le modalità di svolgimento ma soprattutto i costi. L’attrezzatura per leggere il codice fiscale sarebbe stata a carico della lotteria o del commerciante stesso?

Fino ad oggi la lotteria degli scontrini prevedeva che tutti i negozi dovessero esser provvisti di un lettore che leggesse il codice fiscale e lo scontrino in formato elettronico.

I dati sarebbero poi stati comunicati all’Agenzia delle Entrate, e per ogni totale di euro spesi si otteneva un numero per partecipare all’estrazione una volta al mese.

Condividi questo post:

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Evasione fiscale

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Commenti:

Potrebbero interessarti

Guendalina Grossi -

Fiorello vince la battaglia contro il Fisco: non dovrà versare l’Irap

Fiorello vince la battaglia contro il Fisco: non dovrà versare l'Irap

Commenta

Condividi

Simone Micocci

Simone Micocci

4 giorni fa

Controlli fiscali per il matrimonio: il questionario della Guardia di Finanza fa tremare gli sposi

Controlli fiscali per il matrimonio: il questionario della Guardia di Finanza fa tremare gli sposi

Commenta

Condividi

Anna Maria D'Andrea

Anna Maria D’Andrea

4 giorni fa

Evasione fiscale, la Guardia di Finanza controllerà anche mail e smartphone dal 2018

Evasione fiscale, la Guardia di Finanza controllerà anche mail e smartphone dal 2018

Commenta

Condividi