Spesometro

Con il termine Spesometro si fa riferimento alla comunicazione polivalente ovvero alla comunicazione telematica dei dati rilevanti ai fini IVA che deve essere eseguita dai soggetti passivi IVA all’Agenzia delle Entrate.

In tal senso lo spesometro si qualifica come uno strumento di lotta alla frode fiscale, consentendo all’Agenzia delle Entrate di disporre di un database enorme su cui effettuare i relativi controlli.

Le scadenze fiscali relative allo spesometro annuale 2017 con riferimento al periodo d’imposta 2016 sono le seguenti:

  • 10 aprile 2017 per i contribuenti mensili;
  • 20 aprile 2017 per i contribuenti trimestrali;
  • 2 maggio 2017 per gli operatori finanziari.

Con il Decreto Legge 193/2016 la normativa sullo spesometro è stata fortemente riformata con l’introduzione dei seguenti adempimenti:

  • comunicazione liquidazioni IVA trimestrali;
  • spesometro trimestrale (semestrale solo per il 2017).

Per maggiori approfondimenti i lettori interessati possono fare riferimento alla nostra guida “Spesometro 2017 annuale contribuenti IVA mensili e trimestrali

Spesometro, ultimi articoli su Money.it

Scadenze fiscali settembre 2019

Pubblicato il 24 agosto 2019 alle 16:22

Quali sono le principali scadenze fiscali del mese di settembre 2019 da segnare in rosso sul calendario?

Esterometro 2019, scadenza e istruzioni

Pubblicato il 18 aprile 2019 alle 17:34

Scadenza esterometro vicina per i mesi di gennaio, febbraio e marzo 2019. Facciamo il punto sulle istruzioni per l’invio della comunicazione dati delle operazioni transfrontaliere.

Decreto Crescita, in arrivo lo spesometro delle vendite online

Pubblicato il 4 aprile 2019 alle 17:01

Vendite online sotto la lente del Fisco. Nella bozza del Decreto Crescita è stabilito che sarà obbligatorio l’invio di una comunicazione IVA trimestrale - una sorta di nuovo spesometro - per le vendite tramite ecommerce. La prima scadenza è fissata a luglio 2019.

Minimi e forfettari devono inviare l’esterometro?

Pubblicato il 28 marzo 2019 alle 16:27

Esterometro obbligatorio anche per minimi e forfettari? La risposta non è chiara e tali soggetti, seppur esonerati dalla fattura elettronica, potrebbero rientrare tra gli obbligati all’invio della comunicazione delle operazioni transfrontaliere. Vediamo perché.

Esterometro anche per le operazioni non rilevanti ai fini IVA

Pubblicato il 27 marzo 2019 alle 16:16

Esterometro obbligatorio anche per le operazioni non rilevanti ai fini IVA, come nel caso delle piccole imprese UE senza partita IVA. A fornire chiarimenti sui soggetti obbligati è la risposta all’interpello n. 85 pubblicata dall’Agenzia delle Entrate il 27 marzo 2019.

|