Wall Street e Main Street. Quale legame? Il grafico della settimana

Wall Street è tornata ai livelli pre-COVID mentre l’indice delle materie prime è ancora in territorio negativo. Quale legame?

Wall Street e Main Street. Quale legame? Il grafico della settimana

Wall Street è tornata ai livelli pre-COVID con una performance positiva da inizio anno. Questo tuttavia non significa che ci troviamo di fronte all’affare del secolo.

Dal confronto tra la performance di Wall Street e quella dell’indice delle materie prime (il Crb index) emerge un divario. WS è positiva da inizio anno mentre il Crb index mostra una contrazione.

Questo significa che il mercato azionario non riflette in toto le prospettive economiche del Paese.

Scollamento tra Wall Street ed economia reale. Le ragioni

Nel 2020 la crescita vertiginosa di Wall Street non è stata seguita da una crescita dell’economia reale di pari livello. A dirlo è il confronto tra l’andamento dell’indice S&P500 e l’indice delle materie prime Crb index.

Il Crb index è un indice che contiene 19 materie prime divise in quattro aree (energia 39%, agricoltura 41%, metalli preziosi 7%, e metalli industriali 13%) che viene spesso utilizzato dagli analisti per confrontare il valore degli indici di Borsa rispetto all’economia reale.

S&P500 vs Crb index. Elaborazioni dell’autore

Se sul versante azionario le politiche monetarie ultra espansive delle banche centrali, l’emotività degli operatori finanziari e i tassi delle obbligazioni governative ai minimi storici hanno contribuito a spingere Wall Street lo stesso non si può dire per il mercato delle materie prime.

Da marzo scorso la FED ha espanso il suo bilancio per oltre 3mila miliardi e portato il totale degli asset a 7miliardi.

Questa enorme dose di liquidità pompata dalla banca centrale, che finisce in larga parte nell’obbligazionario e indirettamente nell’azionario (i gestori di fondi, complici i rendimenti risicati del obbligazionario, guardano all’azionario per cercare performance alternative) si riversa anche nei metalli preziosi (come «scudo» per l’inflazione e la svalutazione del dollaro) componente marginale del Crb index.

Le altre materie prime come rame, nichel e petrolio, che costituiscono una componente consistente del Crb index, risentono più dell’economia reale.

In questo scenario è il differente impatto della politica monetaria sui componenti del Crb index che crea il divario tra economia reale, comunemente chiamata dagli analisti «Main Street» e i mercati finanziari che vedono Wall Street come il riferimento principale.

Quali prospettive?

I rubinetti aperti delle Banche Centrali hanno creato distorsioni tra mercati finanziari(wall Street) e economia reale(Main Street).

Sono perciò tempi duri per gli analisti fondamentali che valutano le azioni in base ai bilanci delle imprese emittenti.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories