InvestEU: cos’è, come funziona, gli obiettivi

Niccolò Ellena

17/01/2023

19/01/2023 - 11:42

condividi

InvestEU è il piano di finanziamenti da 26 miliardi di euro promosso dall’Unione Europea che punta a generare investimenti per 370 miliardi entro il 2027.

InvestEU: cos'è, come funziona, gli obiettivi

InvestEU è un piano di investimento approvato dal Parlamento europeo per il periodo che va dal 2021 al 2027. Questo programma fa seguito al Fondo europeo per gli investimenti strategici, istituito nel 2015 come incentivo agli investimenti pubblici e privati in Europa e punto cardine del precedente Piano Juncker (o Investment plan for Europe).

L’obiettivo di InvestEU è quello di favorire la crescita economica all’interno dell’Unione europea.

Come nasce InvestEU

Il programma InvestEU è nato dal Fondo Europeo per gli investimenti strategici, voluto dal precedente presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker.

Alla nascita, il piano Juncker si poneva in un momento estremamente delicato, poiché l’Unione europea proveniva dalla sconvolgente crisi del 2008 e necessitava di nuovi incentivi a investire.

In risposta a questa necessità, la Commissione aveva deciso di mettere a disposizione i propri fondi come garanzia alla Banca europea degli investimenti, permettendole così di assumersi rischi che altrimenti non si sarebbe potuta prendere e incoraggiando così nuovi investimenti.

InvestEU è il naturale proseguimento del precedente piano. Nel frattempo l’Unione europea ha affrontato numerose altre crisi, non ultima quella legata al Covid-19, che ha richiesto un ulteriore intervento.

Come funziona InvestEU

Il fondo InvestEU prevede una garanzia dell’UE pari a circa 26,2 miliardi di euro a sostegno delle operazioni di finanziamento e d’investimento.

I fondi sono assegnati attraverso il Gruppo Banca europea per gli investimenti (BEI e FEI) e altri intermediari finanziari (tra cui Cassa depositi e prestiti), che a propria volta forniscono finanziamenti come garanzie, prestiti, sovvenzioni, condivisione del rischio, partecipazione al capitale.

I miliardi sono divisi secondo una ratio 75%-25% tra Gruppo BEI e gli altri intermediari finanziari. Grazie a questo fondo, i partner d’investimento possono assumersi rischi più elevati e di sostenere progetti a cui avrebbero altrimenti rinunciato.

Naturalmente, i progetti approvati per sfruttare i fondi messi a disposizione da questo programma devono essere coerenti con gli obiettivi dell’Unione europea specialmente in materia di sostenibilità ambientale.

Il fondo InvestEU non funziona da solo, si avvale infatti di altri due pilastri strategici: il Polo di consulenza InvestEU (anche conosciuto come Advisory Hub); e il portale InvestEU.

Il primo ha il compito di fornire sostegno per lo sviluppo di progetti sotto forma di consulenza e misure di accompagnamento durante l’intero ciclo di investimento, favorendo così l’ideazione e lo sviluppo dei progetti e l’accesso ai finanziamenti.

Il secondo invece fornisce dati facilmente accessibili per promuovere i progetti che sono alla ricerca di finanziamenti.

Gli obiettivi di InvestEU

C’è un solo modo per definire investEU: audace. Attraverso il suo fondo di garanzia, il programma punta a generare ben 372 miliardi di euro grazie agli investimenti che attirerà. Il fondo dal valore di circa 26 miliardi di euro è così suddiviso:

  • infrastrutture sostenibili: €9,9 miliardi,
  • ricerca, innovazione e digitalizzazione: €6,6 miliardi,
  • pmi: €6,9 miliardi,
  • investimenti sociali e competenze: €2,8 miliardi.

Tutte e quattro le aree dei progetti hanno in comune l’obiettivo di generare progetti che favoriscano il raggiungimento della neutralità climatica all’interno dell’Unione europea. In particolare, almeno il 30% dei progetti dovrebbe essere finalizzato a questo obiettivo.

Inoltre, un altro aspetto cruciale per il programma è quello di favorire l’innovazione da parte delle piccole imprese. In particolare, nel corso dei negoziati con il Consiglio europeo, i membri della Commissione per i bilanci e quelli della Commissione per i problemi economici e monetari hanno assicurato che il sostegno al capitale andrà alle piccole e medie imprese colpite dalla crisi.

Durante il dibattito svoltosi nel corso della seduta plenaria, la correlatrice del Parlamento europeo e presidente della Commissione per i problemi economici e monetari Irene Tinagli (Gruppo dell’Alleanza progressista di Socialisti e Democratici, Italia) ha sottolineato come l’aver incluso anche la possibilità di sostenere il capitale delle Pmi sia «forse il risultato più importante che noi, in quanto Parlamento europeo, abbiamo raggiunto» durante il processo
decisionale.

Gli investimenti già arrivati in Italia grazie a InvestEU

InvestEU ha già portato i primi benefici all’Italia, ad ottobre infatti sono già arrivati alcuni investimenti di rilievo, per un totale di 264 milioni di euro.

  • 45 milioni di euro provenienti dalla BEI vanno ad Acque Bresciane per potenziare la copertura, qualità e la resilienza dei servizi per le acque reflue nella Provincia di Brescia.
  • 30 milioni di euro sono investiti dal FEI in Xenon FIDEC per promuovere l’economia circolare.
  • 100 milioni di euro di garanzia del FEI vanno a Intesa Sanpaolo per supportare gli investimenti e le esigenze di liquidità delle PMI e piccole Mid-cap innovative o per sostenere la loro transizione digitale ed ecologica.
  • 84 milioni di euro di garanzia del FEI vanno a Mediocredito Trentino-Alto Adige S.p.A per supportare gli investimenti e le esigenze di liquidità delle PMI e piccole Mid-cap del Nord-Est.

In occasione della firma dei primi quattro investimenti conclusi in Italia, Paolo Gentiloni, Commissario Europeo per l’economia, si è soffermato sull’importanza di InvestEU; egli ha infatti dichiarato: “abbiamo davanti a noi una montagna di investimenti da realizzare e attraverso InvestEU potremo garantire che i finanziamenti vadano dove sono più necessari per stimolare l’innovazione, l’occupazione e la crescita”.

In collaborazione con

Partner tecnico

Talk Europa

InvestEU e 370 miliardi di euro per le imprese

20 gennaio 2023

Palazzo Castiglioni, Corso Venezia, 47 (MI)

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it