Domanda fondo perduto per fiere e congressi entro la scadenza del 10 settembre: requisiti e istruzioni

Rosaria Imparato

12/08/2021

12/08/2021 - 11:21

condividi

Si possono inviare le domande per il fondo perduto per fiere e congressi entro la scadenza del 10 settembre: vediamo i requisiti dei beneficiari e le istruzioni da seguire.

Domanda fondo perduto per fiere e congressi entro la scadenza del 10 settembre: requisiti e istruzioni

Tutto pronto per i contributi a fondo perduto destinati agli operatori del settore delle fiere e dei congressi, categoria particolarmente colpita dalle restrizioni contro il contagio.

Le domande si possono inoltrare dal 10 agosto al 10 settembre 2021, ma l’opportunità viene data solo in corrispondenza di determinati requisiti.

Vediamo quali sono le caratteristiche da rispettare e come compilare il modulo per presentare istanza.

Domanda fondo perduto per fiere e congressi: le scadenze e i requisiti da rispettare

Per poter ricevere i contributi a fondo perduto previsti per il settore delle fiere e dei congressi è importante non sforare le scadenze. Oltre a un lasso di tempo limitato, gli interessati devono fare attenzione a rientrare anche nell’orario prestabilito.

Seguendo le istruzioni del Ministero del Turismo, infatti, la domanda si può presentare dalle 10.00 del 10 agosto ed entro la scadenza delle 17.00 del 10 settembre 2021 (che cade di venerdì).

Oltre questo lasso di tempo, lo sportello telematico si chiuderà.

Possono fare domanda gli operatori economici con i seguenti requisiti:

  • gli enti fiera e soggetti con codice ATECO principale 82.30.00;
  • i soggetti erogatori di servizi di logistica e trasporto e di allestimento che abbiano una quota superiore al 50% del fatturato derivante da attività riguardanti fiere e congressi;
  • perdita media mensile di fatturato e corrispettivi dal 1° gennaio 2020 al 30 giugno 2021 pari ad almeno il 30% a causa dell’annullamento, del rinvio o del ridimensionamento di almeno un evento, in Italia o all’estero, a causa della pandemia;
  • avere sede legale in Italia;
  • non avere procedure concorsuali pendenti;
  • non essere destinatari di sanzioni interdittive;
  • essere in regola con gli obblighi fiscali, previdenziali e assicurativi;
  • non trovarsi già in difficoltà alla data del 31 dicembre 2019;
  • non avere condizioni ostative alla contrattazione con le Pubbliche Amministrazioni.

Gli utenti possono contare su un servizio di assistenza tecnico-informatica per tutta la durata di apertura dello sportello per inviare le domande usando uno dei seguenti canali:

  • indirizzo email assistenza_ristori_fiere@informatica.aci.it;
  • chiamando il supporto telefonico 06 72462901;
  • inviando una richiesta di supporto dalla compilazione online dal pulsante “hai bisogno di aiuto?”.

Fiere e congressi: come fare domanda per il fondo perduto

Per inoltrare la propria domanda di contributo a fondo perduto si deve seguire una procedura automatizzata, compilando il formatdisponibile sul sito del Ministero del Turismo. Il servizio messo a disposizione dell’utente consente di:

  • accedere alla piattaforma mediante SPID o CIE;
  • delegare la presentazione dell’istanza ad un soggetto terzo;
  • rilasciare dichiarazioni autocertificate;
  • inoltrare la domanda di contributo firmata digitalmente dal soggetto interessato o dal delegato, con conseguente rilascio della ricevuta di avvenuta presentazione e trasmissione dell’istanza in formato PDF.

Ogni operatore economico può inviare una sola domanda. È possibile inviare una seconda istanza correttiva della prima: lo sportello acquisirà l’ultima inviata sostituendola in modo automatico alla precedente. L’operazione è possibile anche per un numero di istanze correttive superiore a due.

Nella domanda vanno indicati fiere e congressi annullati, rinviati o ridimensionati a causa della pandemia, nel periodo di tempo tra il 9 marzo 2020 e il 14 giugno 2020 e tra il 24 ottobre 2020 e il 14 giugno 2021.

Fondo perduto fiere e congressi: gli allegati alla domanda

Per l’inoltro della richiesta è necessario produrre i seguenti allegati:

  • DURC valido;
  • Autodichiarazione antimafia;
  • l’autodichiarazione.

Se l’impresa appartiene al settore della logistica o dell’allestimento di fiere o congressi è necessario produrre anche l’elenco certificato da un professionista accreditato.

Per l’inoltro della richiesta è possibile produrre i seguenti allegati:

  • Certificazione da auditors indipendenti dei dati relativi ai margini operativi lordi (MOL);
  • Autodichiarazione RNA.

I documenti vanno allegati nei formati PDF, JPG, JPEG e PNG, con dimensione massima per allegato di 5 MB.

Infine, per inoltrare la domanda è necessario firmare digitalmente il PDF riepilogativo della richiesta di contributo.

Tutti i dettagli si trovano nell’avviso pubblico del Ministero del Turismo del 5 agosto 2021.

AVVISO PUBBLICO ai sensi dell’art. 6, comma 1, del decreto ministeriale 24 giugno 2021, prot. 1004 ammesso alla registrazione della Corte dei Conti il 19 luglio 2021, n. 2117
Clicca qui per scaricare il file.

Iscriviti a Money.it