Domanda contributi a fondo perduto sospesa? Nuove istruzioni dalle Entrate: ecco per chi

Rosaria Imparato

20 Maggio 2021 - 10:18

condividi

L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato le istruzioni per la domanda dei contributi a fondo perduto del DL Sostegni: vediamo come sbloccare le istanze sospese per le società in fase di riorganizzazione aziendale.

Domanda contributi a fondo perduto sospesa? Nuove istruzioni dalle Entrate: ecco per chi

Nuove istruzioni dall’Agenzia delle Entrate per sbloccare le domande sospese dei contributi a fondo perduto: il riferimento è ai finanziamenti del decreto Sostegni 1.

L’Amministrazione Finanziaria ha infatti aggiornato il 19 maggio, a pochissimi giorni dalla scadenza, le indicazioni per le istanze bloccate per problemi di incongruenza derivanti da operazioni di riorganizzazione aziendale.

Vediamo quindi quali sono le novità, visto che il termine ultimo per inviare la domanda (il 28 maggio) si avvicina.

Domanda contributi a fondo perduto sospesa? Nuove istruzioni per le società in fase di riorganizzazione aziendale

Le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate sono state aggiornate il 19 maggio. Le modifiche sono piccole, ma sono particolarmente importanti per le società in fase di riorganizzazione aziendale che hanno presentato istanza per il fondo perduto del DL Sostegni, ma proprio a causa delle incongruenze dovute all’assetto societario si trovano la domanda bloccata.

Nel caso il soggetto richiedente sia un soggetto che ha attivato una partita IVA dopo il 31 dicembre 2018 per proseguire l’attività di altra partita IVA (es. confluenze, trasformazioni da ditta individuale a società), oltre al suo codice fiscale deve barrare la casella “Erede che prosegue l’attività del de cuius” e indicare, nel campo “Codice fiscale del de cuius”, esclusivamente la partita IVA del soggetto confluito.

L’operazione riguardante la riorganizzazione aziendale va prima comunicata con la presentazione del modello AA7/10 o con il modello AA9/12.

Istruzioni domanda fondo perduto DL Sostegni aggiornate al 19 maggio 2021
Clicca qui per scaricare il file.

Domanda contributi a fondo perduto decreto Sostegni da inviare entro il 28 maggio

Le istruzioni aggiornate sono arrivate quasi in extremis, considerando che si possono inviare le domande per il contributo a fondo perduto entro la scadenza del 28 maggio.

Ricordiamo che i requisiti per avere il bonus sono due:

  • aver conseguito nel 2019 ricavi o compensi non superiori a 10 milioni di euro;
  • l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2020 sia inferiore almeno del 30% dell’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del 2019.

Il contributo spetta anche in assenza del requisito del calo di fatturato/corrispettivi per i soggetti che hanno attivato la partita IVA a partire dal 1° gennaio 2019, ma rimane valido il limite di ricavi e compensi entro i 10 milioni di euro.

Il fondo perduto del DL Sostegni spetta anche agli enti non commerciali, compresi gli enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti, in relazione allo svolgimento di attività commerciali.

Sono invece esclusi dalla fruizione del bonus i soggetti la cui attività risulti cessata alla data di entrata in vigore del Decreto (cioè il 23 marzo 2021), che abbiano attivato la partita IVA successivamente (quindi dal 24 marzo 2021), gli enti pubblici (art. 74 del TUIR), gli intermediari finanziari e le società di partecipazione (art. 162-bis del Tuir).

Iscriviti a Money.it