DL Fiscale 148/2017, è legge: ecco le novità approvate dalla Camera

Decreto Legge fiscale 148/2017: dopo aver ottenuto l’approvazione in Senato il maxi emendamento del Governo ha ottenuto la fiducia della Camera. Ecco le principali novità.

DL Fiscale 148/2017, è legge: ecco le novità approvate dalla Camera

Il Governo ha ottenuto la fiducia sul Decreto Legge Fiscale 148/2017 da parte delle Camera con 237 si e 156 no e tre astenuti.

La discussione prosegue con gli ordini del giorno e gli interventi prima del voto finale sul provvedimento, atteso nel pomeriggio.

Il DL 148/2017 prevede molte novità in materia fiscale: il maxi emendamento estende la rottamazione delle cartelle anche alle multe e ai tributi locali ed è confermata la possibilità di beneficiare dello sconto di sanzioni e interessi per le cartelle degli ultimi 17 anni.

Tra le altre novità arriva la conferma dell’equo compenso per tutti i professionisti lo stop alle bollette a 28 giorni e le nuove detrazioni fiscali per gli studenti fuori sede e per gli alimenti speciali.

Nel provvedimento sono rientrate anche misure di carattere non fiscale, come la norma che autorizza i minori di 14 anni a tornare da soli a casa dopo la scuola e la norma sul reato di stalking, che non potrà più essere estinto soltanto pagando una pena pecuniaria.

Di seguito le principali novità del DL fiscale 148/2017 approvate in via definitiva con voto di fiducia dal Senato e dalla Camera e le misure contenute nel maxi emendamento blindato dal Governo.

Decreto fiscale 2017: le principali novità introdotte dal provvedimento

Sono diverse le novità fiscali previste dal Decreto Legge 148/2017 che, dopo l’esame in Commissione Bilancio, è stato approvato dal Senato e dalla Camera.

Se già con gli emendamenti erano state introdotte importanti novità, il provvedimento presentato dal Governo amplia ancor di più le misure previste dal Decreto Legge collegato alla Legge di Bilancio 2018.

Tra queste vi è l’ufficiale estensione della rottamazione delle cartelle a tutte quelle affidate tra il 2000 e i primi mesi del 2017: ben 17 anni di imposte, multe e tasse locali non pagate che potranno ora essere sanati beneficiando dello sconto di sanzioni e interessi.

Di seguito la sintesi delle principali novità introdotte dal DL 148/2017 approvate dalla Camera e dal Senato.

Rottamazione bis cartelle su 17 anni di imposte non pagate
Approvata la rottamazione di tutte le cartelle affidate dal 2000 agli ultimi mesi del 2017. Ben 17 anni di imposte non pagate, comprese multe e tributi locali, che potranno essere sanati beneficiando dello sconto di sanzioni e interessi.

Una maxi rottamazione fiscale che include ora anche coloro che non avevano presentato domanda lo scorso anno, così come i Comuni, che dovranno scegliere se aderire alla definizione agevolata dei ruoli entro 60 giorni dall’entrata in vigore del testo di conversione del Decreto Fiscale 148/2017.

Il Decreto Fiscale prevede inoltre lo slittamento dal 30 novembre 2017 al 7 dicembre 2017 del termine per il versamento delle rate della rottamazione delle cartelle esattoriali 2017.

Quindi slittano al 7 dicembre sia il recupero delle prime due rate che quella del 30 novembre 2017.

Stop al pagamento delle bollette ogni 28 giorni

Una delle novità è quella che prevede che le bollette per il telefono e la pay tv tornino ad essere inviate mensilmente.

Secondo quanto previsto dal testo del DL fiscale approvato dal Senato e dalla Camera gli operatori avranno 120 giorni per adeguarsi e dovranno garantire informazioni chiare e trasparenti sulle offerte, precisando inoltre se la fibra arriva al domicilio o solo alla centrale.

Sono però escluse dalla norma le offerte temporanee e non rinnovabili come per esempio quelle estive o di durata limitata (2 o 3 settimane). Nel caso di violazioni sono previsti rimborsi forfettari di 50 euro.

Spesometro annuale o semestrale e senza sanzioni

Sparisce lo spesometro trimestrale introdotto soltanto lo scorso anno con il DL 193/2016. Complici caos e proteste degli ultimi mesi, è ufficiale che l’obbligo di invio dei dati delle fatture emesse e ricevute potrà essere effettuato a scadenza semestrale o annuale.

Semplificazione della procedura e cancellazione delle sanzioni previste nel caso di ritardi o errori nell’invio dello spesometro del primo semestre 2017, a patto che tali errori siano corretti entro febbraio 2018.

Nuovi sconti fiscali per gli studenti fuori sede

Sono previste nuove detrazioni fiscali sugli affitti per gli studenti universitari che risiedono ad almeno 100 km dall’Università dove sono iscritti, ma non è più previsto che i due comuni debbano appartenere ad una provincia diversa.

Possono usufruire degli sconti fiscali anche gli studenti che risiedono in montagna e in zone disagiate e per loro la distanza si riduce a 50 km.

Mini-scudo fiscale per i lavoratori frontalieri e per quelli che hanno lavorato all’estero

Sarà possibile, per i lavoratori frontalieri e per quelli che hanno lavorato all’estero spostando anche la residenza, sanare depositi su conto correnti e libretti di risparmio esteri, compresi gli introiti della vendita degli immobili, versando il 3% forfait a titolo di imposte, sanzioni e interessi.

Novità per le zone colpite dal sisma

Sarà consentita l’attività edilizia libera agli immobili costruiti nelle aree colpite dal terremoto senza l’obbligo di rimozione entro 90 giorni. Questa proposta però deve ancora ottenere l’ok della commissione.

Il decreto fiscale mira anche ad aiutare la donna che è diventata ormai il simbolo degli “sfollati”, Nonna Peppina, una anziana di 95 anni che a causa del terremoto ha dovuto lasciare la sua casa di legno costruita vicino all’abitazione distrutta dal sisma.

È prevista infatti una sospensione delle bollette e dei mutui e un’accelerazione della costruzione di una nuova abitazione per l’anziana 95enne di Macerata.

Il provvedimento prevede inoltre la sospensione dei versamenti e dei tributi anche per i Comuni di Casamicciola Terme, Lacco Ameno e Forio, colpiti dal terremoto.

La commissione Bilancio del Senato ha approvato un emendamento che prevede che vengano stanziati 20 milioni di euro per per il 2019 e 10 milioni per il 2020.
Lo stesso discorso, riguardante la sospensione dei versamenti e dei tributi, vale per i Comuni di Livorno, Rosignano Marittimo e di Collesalvetti.

Riforma delle agenzie fiscali

Non è stato approvato l’emendamento sulla riforma delle agenzie fiscali, che sarà ripresentato nella Legge di Bilancio 2018.

Gli obiettivi saranno legati ai risultati, tra cui quello della lotta all’evasione, quello della spinta all’adempimento spontaneo e quello dell’allungamento della durata in carica dei vertici da 3 a 5 anni. Lo spoil system rimarrà invece invariato.

I ragazzi di 14 anni potranno tornare autonomamente a casa dopo scuola

Ci sono poi novità riguardanti i ragazzi di 14 anni che potranno tornare a casa da scuola autonomamente previa autorizzazione dei genitori, svincolando così le scuole da ogni responsabilità “connessa all’obbligo di vigilanza”.

Tante altre importanti novità sono introdotte dal decreto fiscale come quella riguardante gli sconti per gli alimenti a fini medici speciali, che prevedere un’estensione della detrazione alle spese sostenute per alimenti da persone affette da malattie metaboliche congenite.

La detrazione vale per le spese del 2017 e del 2018 e costa 20 milioni per il primo anno e 11,4 per il 2019.

Sono queste le principali misure previste dal decreto fiscale approvato dal Governo. Ora non resta che attendere la votazione finale prevista per oggi pomeriggio

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Legge di Bilancio

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Maria Stella Rombolà -

Aumento stipendi statali: perché il bonus 80€ non è a rischio

Aumento stipendi statali: perché il bonus 80€ non è a rischio

Commenta

Condividi

Guendalina Grossi -

Credito d’imposta impianti calcistici: pubblicato il decreto attuativo

Credito d'imposta impianti calcistici: pubblicato il decreto attuativo

Commenta

Condividi

Maria Stella Rombolà -

Come pagare lo stipendio: novità dal 1° luglio

Come pagare lo stipendio: novità dal 1° luglio

Commenta

Condividi