Deutsche Bank: conviene ancora investire su questi titoli

C’è un settore su cui conviene ancora investire secondo la banca tedesca Deutsche Bank. Vediamo quale

Deutsche Bank: conviene ancora investire su questi titoli

Conviene ancora investire nei titoli tech.
A pensarla così è Deutsche Bank, secondo cui anche se gli investitori potrebbero essere tentati di evitare il settore tecnologico dopo le recenti perdite siamo ancora di fronte a un comparto forte, che merita fiducia.

A minacciare la cavalcata dei tech ci hanno pensato di recente i conti deludenti delle trimestrali di Netflix e Facebook, che hanno assistito entrambe a una netta flessione nella crescita dell’utenza e una relativa discesa delle azioni.

Il 26 luglio il Nasdaq ha perso più dell’1% proprio sulla scia dei conti di Facebook. Il giorno seguente, l’indice è calato dell’1,46%, con Intel e Twitter in perdita.

Deutsche Bank: investitori, non perdete fiducia nel settore tech

La banca tedesca riconosce che una percentuale del settore tech dello S&P 500 quantificabile nel 18% e una del Nasdaq che si aggira sul 43% registrano un calo di oltre il 20% rispetto ai massimi di inizio anno. Ma ha anche sottolineato che il settore IT di S&P 500 è ancora più in alto del 28% rispetto al 2017 e segna la migliore performance dell’indice.

Secondo Larry Adam di Deutsche Bank in seguito alla recente debolezza dei social media e di altri nomi legati alla tecnologia è aumentata la retorica che circonda la “scomparsa della tecnologia”, e si è diffuso il pensiero che il comparto abbia perso la sua posizione di leadership sul mercato. Ma si tratta secondo Adam di una conclusione “prematura”.

Nonostante gli inciampi, Deutsche Bank crede che i titoli tecnologici siano ancora molto convenienti per gli investitori per via dei solidi guadagni, i costi non elevati e l’aspettativa di maggiori dividendi.

Queste società hanno infatti registrato flussi di cassa record e questo ha portato a una serie di punti “favorevoli agli azionisti” secondo l’istituto di Francoforte. A tal proposito, Adam prevede riacquisti di 66 miliardi di dollari nel secondo trimestre del 2018 e dividendi attesi dell’11% nel 2018 e del 9% nel 2019.

Ma anche gli utili delle aziende tecnologiche sono rimasti “robusti”, con il settore che ha registrato una crescita del 33,5% e oltre il 90% delle aziende ha battuto le stime.

Anche in futuro i risultati del comparto tech dovrebbero essere ancora forti, con guadagni per l’intero anno che potrebbero segnare un +20% nel 2018 e +11% nel 2019.

La previsione di Deutsche è che le valutazioni diventeranno più economiche, il renderebbe le azioni più appetibili per gli investitori.
Infine, la forte crescita dell’economia statunitense è destinata a dare molto alle società tech USA, che godranno di una forte domanda da parte dei consumatori e di un aumento delle spese di investimento.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Deutsche Bank

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.