Detrazione spese mediche e veterinarie solo con pagamenti tracciabili nella precompilata 2021

Detrazione spese mediche e veterinarie, il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 16 ottobre stabilisce che per elaborare la dichiarazione dei redditi precompilata 2021 è necessario pagare con carte o bancomat, per effetto dell’obbligo di tracciabilità dei pagamenti introdotto con la Legge di Bilancio 2020.

Detrazione spese mediche e veterinarie solo con pagamenti tracciabili nella precompilata 2021

Dichiarazione dei redditi precompilata 2021, la detrazione spettante per le spese mediche e veterinarie è legata al metodo di pagamento: il contribuente ne ha diritto solo se ha usato mezzi tracciabili, come carta, bancomat, versamento bancario o postale.

La novità sull’obbligatorietà della tracciabilità dei pagamenti è contenuta nella scorsa Legge di Bilancio, e si applicherà a partire dall’anno di imposta 2020 (e quindi nella dichiarazione dei redditi 2021).

La novità viene recepita dall’Agenzia delle Entrate col provvedimento del 16 ottobre 2020, con cui viene stabilito che i dati delle spese sanitarie e veterinarie (tranne per alcune eccezioni) forniti all’Amministrazione Finanziaria dal Sistema Tessera Sanitaria, sono esclusivamente quelle sostenute con mezzi di pagamento tracciabili.

Detrazione spese mediche e veterinarie solo con pagamenti tracciabili nella precompilata 2021

L’obbligo di tracciabilità dei pagamenti per avere accesso alle detrazioni fiscali è stato introdotto dalla Legge di Bilancio 2020: per avere il rimborso Irpef, quindi, è necessario pagare con carta, bancomat, versamento bancario o postale.

Per le spese mediche e veterinarie bisogna fare un discorso ad hoc, perché sono previste delle eccezioni in base a dove si effettuano le visite mediche, in che tipo di struttura.

Ma procediamo con ordine: il [provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 16 ottobre 2020-https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/2707545/Provvedimento+tracciabilit%C3%A0+oneri+sanitari+e+veterinari.pdf/882b7149-79d6-2941-d04d-6131504a324a] stabilisce che i dati delle spese sanitarie e veterinarie forniti all’Amministrazione Finanziaria dal Sistema Tessera Sanitaria, ai fini dell’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata 2021:

“sono esclusivamente quelli relativi alle spese sanitarie e veterinarie sostenute con le modalità di cui all’articolo 1, comma 679, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, ossia con versamento bancario o postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento”

Provvedimento AdE n. 329676 del 16 ottobre 2020
Tracciabilità delle spese sanitarie e veterinarie ai fini della elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata a decorrere dall’anno d’imposta 2020.

I dati relativi alle spese sanitarie rappresentano una grossa fetta delle informazioni precaricate dall’Agenzia delle Entrate nella precompilata (che secondo i dati del Fisco quest’anno è stata usata da quasi 4 milioni di contribuenti).

Detrazione spese mediche e veterinarie: eccezioni all’obbligo di tracciabilità

L’obbligo di pagamento tracciabile non si applica alle spese sostenute per:

  • l’acquisto di medicinali e di dispositivi medici;
  • le detrazioni per prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche o private accreditate con il SSN.

Per ottenere la detrazione di visite ed esami presso privati non accreditati è invece obbligatorio pagare con mezzi di pagamento tracciabili.

In tutti i casi in cui la spesa sarà detraibile soltanto se pagata con mezzi tracciabili, è necessario controllare che nello scontrino o ricevuta sia evidenziata la modalità di pagamento (e che sia indicato che è stato utilizzato un metodo tracciabile).

Iscriviti alla newsletter

Money Stories