Detrazioni spese veterinarie, aumenta il tetto massimo in Legge di Bilancio 2020

Con la Legge di Bilancio 2020 aumenta il tetto massimo per le detrazioni delle spese veterinarie fino a 500 euro. Vediamo cosa cambia col nuovo bonus animali e quali altre novità animaliste sono presenti in Manovra.

Detrazioni spese veterinarie, aumenta il tetto massimo in Legge di Bilancio 2020

Nuovo tetto massimo per le detrazioni IRPEF delle spese veterinarie dal prossimo anno.

La novità, apprezzata da tutti i possessori di animali, è contenuta nell’emendamento presentato dal Partito Democratico alla Legge di Bilancio 2020 e approvato in Commissione al Senato

Salvo modifiche dell’ultimo minuto, dal 2020 la soglia massima aumenta fino a 500 euro, tenendo conto della franchigia e applicando l’aliquota del 19%.

Dal 2020 il bonus animali consente di beneficiare di una detrazione di 70,46 euro, invece dei 49 euro previsti con la soglia massima precedente.

Anche se si tratta di un piccolo aumento, è pur sempre un passo in avanti che i possessori di animali domestici apprezzeranno.

C’è anche un’altra novità prevista per il 2020: oltre al bonus animali, è stato approvato l’emendamento che consente lo stanziamento di un milione di euro per il Fondo prevenzione randagismo.

Detrazioni spese veterinarie, nuovo tetto massimo in Legge di Bilancio 2020

Tante le novità previste dal prossimo anno con la Legge di Bilancio 2020.

Tra queste, una in particolare era particolarmente attesa dai possessori di animali domestici: l’aumento del limite massimo per le detrazioni delle spese veterinarie.

Tra gli emendamenti approvati dalla Commissione Bilancio al Senato al testo della manovra c’è quello di Loredana De Petris, del Partito Democratico, e salvo modifiche dell’ultimo minuto, dal 2020 la novità diventa ufficiale.

L’emendamento all’articolo 43-bis, “Detrazioni fiscali per spese veterinarie”, prevede l’innalzamento della soglia massima dai 387,34 previsti fino ad oggi a 500,00 euro.

Con il nuovo tetto massimo, si potrà ottenere una detrazione di 70,46 euro, tenendo conto della franchigia di 129,11 euro e dell’aliquota applicata del 19% nel modello 730 del prossimo anno.

Ad oggi, le spese veterinarie sono detraibili fino a 49 euro: chiunque abbia un animale sa che questa cifra copre a stento una visita dal veterinario.

Anche se non è un aumento esponenziale della soglia massima delle detrazioni delle spese veterinarie, è comunque un miglioramento.

Si tratta, inoltre, dell’unica agevolazione riconosciuta a chi possiede un animale.

Bonus animali e Fondo prevenzione randagismo: le novità della Legge di Bilancio 2020

La Legge di Bilancio 2020 porta con sé un’altra novità, oltre al bonus animali per le detrazioni delle spese veterinarie.

È stato approvato anche un altro emendamento pet-friendly, proposto da Loredana Russo del Movimento 5 Stelle, per lo stanziamento di un milione di euro per il 2020 per costituire il Fondo prevenzione randagismo.

Il 60% delle risorse sono destinate alle regioni Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Sardegna per la realizzazione di piani straordinari di prevenzione e controllo del randagismo.

Una buona notizia per tutti gli amanti degli animali.

Si dice soddisfatta l’On. Michela Vittoria Brambilla, da sempre in prima linea per le battaglie animaliste, nonché presidente e fondatrice della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Detrazioni fiscali

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.