COVID, in Italia casi triplicati da luglio, possibili lockdown locali: parola di Pregliasco

Secondo il virologo Fabrizio Pregliasco dei possibili lockdown locali non sono da escludere nei prossimi mesi. Ecco perché.

COVID, in Italia casi triplicati da luglio, possibili lockdown locali: parola di Pregliasco

Continua a spaventare l’aumento dei casi di coronavirus nel nostro Paese, triplicati rispetto allo scorso luglio, proprio per questo motivo non si dovrebbero escludere dei possibili lockdown territoriali, fa sapere Fabrizio Pregliasco, virologo dell’università di Milano e direttore sanitario dell’Irccs Galeazzi di Milano, nel corso di un’intervista per il Messaggero.

Nelle ultime settimane in tutta Europa si sta assistendo ad un’impennata di nuove infezioni, tanto che in Inghilterra e in Spagna sono stati introdotti dei nuovi lockdown, e la stessa cosa potrebbe accadere in Italia, dal momento che stanno tornando a salire anche i ricoveri in terapia intensiva.

Crescono i contagi, possibili nuovi lockdown

Pregliasco precisa che un aumento dei casi era immaginabile dal momento che “si tratta di un andamento endemico, precisando che in diverse zone di Italia si stanno registrando dei nuovi focolai. La risposta da parte delle autorità sanitarie è stata eccellente, ed ha saputo gestire il tracciamento dei contatti, e sebbene “dalla fine luglio ad oggi i casi sono praticamente triplicati”, il nostro sistema sanitario è ancora in grado di gestire la situazione. Pregliasco precisa poi che:

“Sappiamo bene che il virus, quando viene lasciato a sé, tende a creare un’omogeneizzazione tra regioni e nazioni. Quindi deve essere mantenuta, anzi rafforzata la capacità di fare il maggior numero di test possibili per individuare i casi. Per non arrivare alle misure restrittive degli altri Stati”.

Per quanto riguarda dei nuovi possibili lockdown, il virologo si dice ottimista e immagina solamente dei lockdown mirati, in modo da poter intervenire solamente su delle specifiche zone in cui il virus potrebbe non essere più sotto controllo. Un lockdown infatti avrebbe delle gravi ripercussioni sia sull’economia che sulla psicologia delle persone, per questo motivo è importante che i cittadini rispettino le misure di prevenzione e contenimento.

La situazione scuola in Italia

Negli ultimi giorni ha fatto molto discutere la riapertura delle scuole in quasi tutte le regioni, e già alcune classi sono state costrette a chiudere dopo aver riscontrato degli alunni positivi. Per Pregliasco tuttavia “è prematuro capire gli effetti sui contagi, serve ancora qualche giorno. Le scuole stanno ripartendo e nei prossimi gironi anche le università senza contare che nei prossimi mesi avremo a che fare anche con la stagione influenzale.

Pregliasco riporta il caso dell’Australia, dove si sta per concludere la stagione dell’influenza, precisando che, grazie all’attuazione delle norme anti COVID anche i casi di influenza si sono ridotti notevolmente rispetto agli anni precedenti.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories