Covid: Germania verso estensione del lockdown

Marco Ciotola

7 Marzo 2021 - 10:21

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Angela Merkel pronta ad annunciare l’estensione delle restrizioni già in atto, sulla scia delle preoccupazioni per le varianti

Covid: Germania verso estensione del lockdown

La Germania va verso un’estensione del lockdown attualmente in vigore sul territorio. Una misura che la cancelliera, Angela Merkel, è pronta a decretare viste le grosse preoccupazioni per la rapida circolazione delle varianti di coronavirus.

Per questo il Paese è pronto a prolungare le restrizioni almeno fino al 14 marzo, come d’altronde già emerso qualche giorno fa nella bozza di un documento dell’esecutivo tedesco.

Un testo che delinea un piano concordato tra la Merkel e i funzionari statali per mantenere il blocco e al contempo sollecitare i cittadini a mantenere il distanziamento sociale e i dispositivi di protezione, ma con l’intenzione di revocare gradualmente alcune restrizioni nelle prossime settimane.

La priorità per la Merkel e l’esecutivo tedesco è la riapertura delle scuole, anche se il sistema federale del Paese impone che siano i singoli Stati a stabilire tempi e modalità per farlo.

Covid: Germania verso estensione del lockdown

Secondo quanto emerso finora, il Paese va dritto verso l’estensione delle restrizioni almeno fino al 14 marzo, ma con l’intento di valutare giorno per giorno la situazione e cominciare a delineare le prime riaperture.

Negozi e hotel potrebbero andare verso una graduale riapertura a partire dal prossimo mese nelle zone dove il tasso di contagio risulta basso.

Ma restano grosse preoccupazioni in relazione alla diffusione di varianti più contagiose, in particolare per quel che riguarda la cosiddetta variante inglese. Ma va detto che il numero di nuovi contagi giornaliero è calato a causa dell’arresto di grossa parte della vita pubblica in tutto il Paese.

La media di nuovi contagi ogni 24 ore negli ultimi giorni, stando al Robert Koch Institute, si aggira attorno agli 8mila casi con un numero complessivo di contagi da inizio pandemia di 2,3 milioni e vittime sopra le 63mila.

Parlando al giornale tedesco Spiegel Online, Winfried Kretschmann, premier dello stato meridionale del Baden-Wuerttemberg, ha affermato che in Germania resta grossa preoccupazione per il tasso di contagi e per la possibilità che aumenti, cosa che si è già vista in altri Paesi:

“Possiamo vedere in altri Paesi come il Portogallo quanto velocemente può variare la curva dei contagi e portare a un netto peggioramento della situazione”.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories