COVID Russia, inizio vaccinazione di massa entro fine 2020

Mario D’Angelo

26 Novembre 2020 - 18:16

26 Novembre 2020 - 18:36

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il vaccino russo, che dovrebbe avere un’efficacia del 95%, sarà distribuito entro la fine dell’anno

COVID Russia, inizio vaccinazione di massa entro fine 2020

La distribuzione di massa del vaccino in Russia dovrebbe iniziare entro la fine del 2020. Lo fa sapere il portavoce di Vladimir Putin, citato da un’agenzia di stampa. Nel frattempo sono stati resi noti i risultati finali sul siero russo, che secondo i dati ufficiali sarebbe efficace quanto i candidati di Moderna e Pfizer-BioNTech.

La Russia è stato il primo Paese al mondo ad approvare un vaccino. Il presidente russo, tuttavia, non ha ancora ricevuto il vaccino.

Coronavirus, Russia accelera sul vaccino

Mentre i mercati si galvanizzano nella speranza che la vaccinazione possa presto portare all’immunità di gregge globale e quindi al ritorno ai livelli economici pre-COVID, anche la Russia accelera.

Secondo il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, il Paese inizierà presto a somministrare il vaccino alla popolazione.

La vaccinazione in Russia dovrebbe cominciare prima della fine dell’anno e procedere “a fasi”. “Non posso dire la data esatta ma si dovrebbe cominciare prima dell’ultimo dell’anno. Queste sono le aspettative”, ha detto Peskov all’agenzia di stampa Interfax, ripresa dall’Ansa.

Efficacia del vaccino russo al 95%

Due giorni fa, la Russia ha detto che il suo vaccino, chiamato Sputnik, ha un’efficacia del 95%, in linea con quelli sviluppati da Pfizer e Moderna. Questi ultimi, probabilmente, riceveranno presto un’autorizzazione d’emergenza da parte di USA e Ue.

Gli scienziati russi si sono anche offerti di condividere alcuni risultati con AstraZeneca, per migliorarne l’efficacia.

“Sputnik mostra un’efficacia molto alta, superiore al 95%”, ha detto Kirill Dmitriev, capo del fondo russo per gli investimenti. “Questa è senza dubbio una buona notizia non solo per la Russia, ma anche per il mondo intero, per tutti i Paesi”.

Vaccino Russia, Putin non l’ha preso

Nonostante la grande efficacia, a Vladimir Putin non è stato ancora somministrato il vaccino. Più di un mese fa, un’iniezione del vaccino è stata fatta a una delle figlie del presidente.

“Il presidente non può usare un vaccino non certificato”, ha detto Peskov in conferenza stampa. “La vaccinazione di massa non è ancora iniziata. E, certamente, il capo dello Stato non può prendere parte alla vaccinazioni come volontario. Questo è impossibile”.

Argomenti

# Russia

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories