Coronavirus: Meloni contro Conte nella guerra della visibilità

Violetta Silvestri

05/03/2020

27/01/2021 - 16:59

condividi
Facebook
twitter whatsapp

In piena emergenza coronavirus in Italia, non si placano le polemiche politiche. Le ultime dichiarazioni di Giorgia Meloni su Conte lo accusano di voler utilizzare il coronavirus per fare carriera. C’è una vera guerra della visibilità.

Coronavirus: Meloni contro Conte nella guerra della visibilità

Il coronavirus in Italia sta avendo risvolti inaspettati per il nostro Paese, con i politici pronti a sfruttare l’emergenza del momento in una eterna campagna elettorale. L’ultima invettiva contro Conte è arrivata da Giorgia Meloni, proprio in queste ore concitate per decisioni assolutamente eccezionali, come lo stop delle scuole sull’intero territorio nazionale.

Forte del consenso in crescita nei confronti della sua leadership, la deputata romana sottolinea proprio il presunto sfruttamento della crisi da parte del Presidente del Consiglio a vantaggio strettamente personale.

In un momento così delicato per il nostro Paese, quindi, le forze politiche sono più combattive che mai. Non solo le opposizioni - Fratelli d’Italia e Lega in primis - continuano ad accusare l’esecutivo di incapacità, moltiplicando le proposte di misure alternative a quelle del Governo.

La vera polemica sembra tutta incentrata sul ruolo di Conte, arrivista secondo le ultime dichiarazioni di Giorgia Meloni. Il coronavirus in Italia pare abbia scatenato una vera e propria guerra della visibilità.

Meloni accusa Conte di voler fare carriera con il coronavirus

Il Presidente del Consiglio è senza dubbio il personaggio politico di spicco in questo momento così particolare per la nostra nazione. Conte non ha risparmiato interviste, annunci in trasmissioni televisive, dichiarazioni, videomessaggi istituzionali, come quello di ieri sera - 4 marzo - al termine di una giornata davvero convulsa per le misure precauzionali.

Un atteggiamento che non è mai piaciuto ai partiti delle opposizioni, con Salvini e Meloni che non hanno fatto sconti con critiche e accuse. Le ultime parole della leader di Fratelli d’Italia chiariscono proprio questa lotta contro i presunti personalismi del Presidente del Consiglio ai tempi del coronavirus.

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, Giorgia Meloni ha affermato:

“Noi fin dall’inizio siamo stati disponibili a collaborare con il governo in un momento di grave emergenza per il Paese. Ma quello che non possiamo e non vogliamo fare è gli utili idioti a vantaggio di chi approfitta del coronavirus per far e passerelle e per vanità politica.”

Il “vanitoso” sarebbe Giuseppe Conte, così qualificato in quella che sembra una sorta di disputa, nemmeno troppo velata, della visibilità. Lo scopo è acquisire più consenso possibile in un momento cruciale per l’Italia, nel quale più che mai la politica - e i suoi leader interlocutori - sono i riferimenti della popolazione.

Che Giorgia Meloni stia sfruttando al massimo l’emergenza del coronavirus per rafforzare la sua posizione politica è fuori da ogni dubbio. Ormai è lei la vera protagonista del centrodestra, come evidenziano gli ultimi sondaggi.

Nel testare la popolarità dei personaggi politici, l’istituto Ixè ha rilevato che i due contendenti sono proprio Giuseppe Conte, con il 40% delle preferenze e Giorgia Meloni, con il 33%.

Anche questo spiega il tono così polemico della leader di Fratelli d’Italia contro il Presidente del Consiglio che, a suo avviso, starebbe cercando di fare carriera grazie all’emergenza italiana.

Il coronavirus in Italia, quindi, racconta molto delle dinamiche, mai ferme, di partiti e leader. Giorgia Meloni che accusa Conte di vanità nella guerra della visibilità è solo l’ultima mossa della politica ai tempi del virus.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories