Fondo perduto decreti Ristori: l’Agenzia delle Entrate ha completato i pagamenti

Rosaria Imparato

11/12/2020

12/04/2021 - 14:11

condividi

Pagamenti contributi a fondo perduto dei decreti Ristori, l’Agenzia delle Entrate ha completato le erogazioni per le istanze presentate finora: i dettagli si trovano nel comunicato stampa del 10 dicembre 2020. Per fare domanda resta tempo fino al 15 gennaio 2021.

Fondo perduto decreti Ristori: l'Agenzia delle Entrate ha completato i pagamenti

Fondo perduto dei decreti Ristori, l’Agenzia delle Entrate ha completato i pagamenti.

L’annuncio arriva dall’Agenzia delle Entrate stessa, con il comunicato stampa del 10 dicembre. I nuovi contributi a fondo perduto riguardano 613.000 contribuenti: in totale, al 7 dicembre 2020, l’Agenzia delle Entrate ha erogato oltre 9 miliardi di euro tra contributi a fondo perduto del decreto Rilancio e i ristori, mentre la platea dei beneficiari è rappresentata da 2,4 milioni di partite Iva.

Inoltre, l’Amministrazione Finanziaria sottolinea come siano state rispettate le tempistiche di erogazione: gli accrediti sono stati effettuati da un minimo di 4 giorni a un massimo di 15 rispetto alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei relativi decreti.

Fondo perduto decreti Ristori: l’Agenzia delle Entrate ha completato i pagamenti

L’Agenzia delle Entrate ha completato i pagamenti dei contributi a fondo perduto: l’annuncio è contenuto nel comunicato stampa del 10 dicembre 2020.

Comunicato stampa Agenzia delle Entrate - Completati tutti i pagamenti automatici previsti dai 4 Decreti Ristori - 10 dicembre 2020
Clicca qui per scaricare il file.

Si tratta dei contributi a fondo perduto rimasti in sospeso del decreto Rilancio e quelli nuovi dei decreti Ristori, passando per i finanziamenti previsti per le attività commerciali nei centri storici, per un totale di oltre 9 miliardi di euro erogati per una platea di beneficiari di 2,4 milioni di partite IVA.

I contributi a fondo perduto sono tra le misure che, tutto sommato, hanno incontrato meno difficoltà rispetto ad altre (una fra tutte, la cassa integrazione): dopo un primo momento di stasi dovuto all’esaurimento dei fondi stanziati dal decreto Rilancio, con un prelievo di 500 milioni dal bonus vacanze il MEF ha fatto quadrare i conti.

Sono poi arrivati i decreti Ristori, impiantati sulle modalità di erogazione del decreto Rilancio, ovvero: chi aveva già fatto richiesta ha avuto i contributi in modo automatico, mentre gli altri hanno dovuto aspettare il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate con le istruzioni per fare domanda, pubblicato il 20 novembre.

Le domande per il fondo perduto dei decreto Ristori si possono inoltrare fino al 15 gennaio 2021: il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate fa quindi riferimento alle istanze presentate finora.

Fondo perduto decreti Ristori, pagamento completato: i dati dell’Agenzia delle Entrate

Il settore che ha ricevuto più indennizzi è quello della ristorazione, con quasi 1,8 miliardi di euro di indennizzi per bar, ristoranti, pizzerie ecc.

Al secondo posto c’è il commercio al dettaglio (supermercati, discount, farmacie, edicole ecc.), con 1,3 miliardi, e poi il commercio all’ingrosso, con 753 milioni.

Di seguito una tabella riepilogativa dei dati dell’Agenzia delle Entrate:

N° pagamentiImporto (milioni di euro)
DECRETO RILANCIO 2.393.018 6.636
DECRETI RISTORI (DA 1 A 4)
Automatici nazionale 418.090 1.799
Automatici maggiorazioni arancioni e rosse 92.812 129
Automatici rosse 102.185 429
TOTALE DECRETI RISTORI AUTOMATICI 613.087 2.357
DECRETO AGOSTO - CENTRI STORICI 27.923 72
TOTALE CONTRIBUTI E RISTORI 3.034.028 9.065

Iscriviti a Money.it