Contributi a fondo perduto: guida alla domanda online

Rosaria Imparato

17/06/2020

12/04/2021 - 17:27

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Contributi a fondo perduto, la guida alla domanda online: ecco tutti i passaggi da seguire per una corretta compilazione della richiesta del finanziamento a fondo perduto e per l’invio all’Agenzia delle Entrate.

Contributi a fondo perduto: guida alla domanda online

Contributi a fondo perduto, ecco la guida alla domanda online all’Agenzia delle Entrate. Vediamo passo dopo passo quali sono i passaggi da seguire per richiedere il finanziamento a fondo perduto introdotto dall’articolo 25 del decreto Rilancio.

La domanda si inoltra online all’Agenzia delle Entrate, usufruendo dello specifico modello messo a disposizione. La domanda per il contributo può essere trasmessa dal soggetto stesso, oppure da un intermediario con delega di consultazione al Cassetto fiscale del richiedente.

Per la trasmissione dei dati il richiedente può scegliere tra due modalità:

  • l’applicazione desktop telematico;
  • servizio web, disponibile nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Si può fare domanda per il contributo a partire dal 15 giugno, fino alla scadenza del 13 agosto. Gli eredi che continuano l’attività per conto del soggetto deceduto, invece, possono fare domanda per il finanziamento dal 25 giugno, fino al 24 agosto 2020.

Vediamo ora, passo dopo passo, quali sono i passaggi da seguire per fare domanda online per i contributi a fondo perduto all’Agenzia delle Entrate.

Contributi a fondo perduto: guida alla domanda online. Come accedere al portale “Fatture e Corrispettivi”

Il contributo a fondo perduto previsto dal decreto Rilancio è destinato a titolari di partita IVA esercenti attività d’impresa, lavoro autonomo e di reddito agrario che hanno subìto una riduzione del fatturato a causa dell’emergenza coronavirus. I requisiti per poter fare domanda per il finanziamento a fondo perduto sono in questo articolo di approfondimento.

Il primo step è quello di accedere nella propria area riservata dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, tramite SPID, le credenziali Entratel/Fisconline oppure mediante la Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Come anticipato, può fare domanda per il contributo a fondo perduto anche un intermediario abilitato. Se il commercialista ha l’autorizzazione per accedere al Cassetto fiscale del richiedente, allora dovrà effettuare l’accesso a Entratel/Fisconline.

A questo punto siete entrati nel portale Fatture e Corrispettivi:

Dopo l’accesso alla propria area riservata, bisogna cliccare sul link “Servizi per compilare e trasmettere l’istanza” nell’area Contributo a Fondo Perduto, in basso a sinistra della schermata.

A questo punto, cliccare sul link “Predisponi e invia istanza (o Rinuncia)”.

Ricordiamo che l’istanza di rinuncia va compilata in caso di contributo non spettante.

Contributi a fondo perduto: guida online alla compilazione della domanda

Una volta completato l’accesso al portale Fatture e Corrispettivi si può procedere con la compilazione vera e propria della domanda per il contributo a fondo perduto.

Si dovrà barrare una delle caselle all’interno del riquadro “Requisiti” se:

  • l’attività è iniziata dopo il 31/12/2018;
  • il domicilio fiscale o la sede operativa è nel territorio dei Comuni in cui lo stato di emergenza per eventi calamitosi era in vigore quando è stato dichiarato lo stato di emergenza sanitaria (ovvero il 31 gennaio 2020);
  • se il richiedente fa parte di una categoria diversa da quelle previste dall’articolo 25 del decreto Rilancio.

Bisogna poi indicare l’importo dei ricavi e compensi nel 2019, scegliendo tra tre diverse opzioni.

Infine, bisogna indicare l’importo complessivo delle fatture e dei corrispettivi riferiti a operazioni effettuate nel 2019 e nel 2020:

A questo punto, cliccare su “Acquisisci i dati” per salvare quanto compilato.

Contributi a fondo perduto, guida alla domanda online: riepilogo e invio all’Agenzia delle Entrate

Una volta salvati i dati, nel portale Fatture e Corrispettivi si apre una scheda di riepilogo della domanda.

Verificata la correttezza dei dati, si può procedere con la trasmissione della domanda cliccando su “Invia istanza”.

Nella sezione “Invii effettuati” c’è un riepilogo delle istanze inviate, delle ricevute e delle comunicazioni, anche dell’eventuale rifiuto della domanda.

È possibile consultare l’esito della domanda nell’apposita sezione.

Nella suddetta sezione l’Agenzia delle Entrate indica da quando sarà possibile verificare l’esito della propria domanda per il contributo a fondo perduto.

Iscriviti alla newsletter