Fondo perduto in base al bilancio d’esercizio: l’intervista all’On. Fassina

Rosaria Imparato

20 Aprile 2021 - 16:52

condividi
Facebook
twitter whatsapp

I prossimi contributi a fondo perduto prenderanno in considerazione il bilancio d’esercizio delle attività: l’importo quindi verrà calcolato in base alle perdite reali. Ne abbiamo discusso con l’On. Fassina durante l’intervista del 19 aprile a #FlashMobWeb.

Fondo perduto in base al bilancio d'esercizio: l'intervista all'On. Fassina

Come cambierà il calcolo dei contributi a fondo perduto nel decreto Sostegni bis? Abbiamo chiesto all’Onorevole Stefano Fassina cosa possono aspettarsi le partite IVA dal prossimo decreto Sostegni (o Imprese) nell’intervista del 19 aprile.

L’On. Fassina (Patria e Costituzione) è stato il quarto ospite del nuovo format #FlashMobWeb, ideato da Video Backlight.

Tanti i temi toccati durante l’intervista: dalla situazione della campagna vaccinale al recovery plan, dalla flat tax e la riforma dell’Irpef al debito pubblico italiano.

Per quanto riguarda i contributi a fondo perduto, il prossimo provvedimento economico ruoterà intorno al bilancio d’esercizio.

Fondo perduto in base al bilancio d’esercizio: l’intervista all’On. Fassina

I prossimi contributi a fondo perduto verranno calcolati in base al bilancio d’esercizio. Secondo l’On. Fassina cambiare la modalità di calcolo dell’importo spettante è una necessità, soprattutto per quelle attività che hanno subìto le chiusure e le misure restrittive in questi mesi.

Non sempre infatti il calo di fatturato basta come indicatore: tutte le attività hanno una serie di costi, alcuni fissi e altri variabili, e tra questi costi alcuni sono stati compensati (non solo con il fondo perduto, ma con altre misure come ad esempio il bonus bollette o il credito d’imposta sugli affitti).

Altre spese invece non sono state compensate, e quindi a parità di perdita di fatturato la situazione in cui si trovano le attività potrebbe essere molto diversa.

Ecco perché, secondo Fassina, bisognerebbe concentrarsi sul bilancio d’esercizio delle attività, con interventi perequativi a sostegno del mondo dei lavoratori autonomi, professionisti e imprese.

Contributi a fondo perduto, l’On. Fassina: le perdite reali delle attività come riferimento per il calcolo

Nei giorni scorsi c’è stata una prima impostazione del decreto Imprese, ovvero il Sostegni bis. Il criterio proposto dall’On. Fassina ha trovato larga condivisione nella maggioranza, punto che per PeC è altamente qualificante.

L’On. Fassina sottolinea inoltre che impostare la modalità di calcolo del fondo perduto sulle perdite reali è resa possibile anche dalle condizioni del calendario fiscale, perché le imprese a già maggio-giugno sono in condizioni di misurare il risultato effettivo del 2020.

Non resta che attendere l’approvazione del nuovo decreto, da cui dipende (aperture a parte) la sopravvivenza economica di migliaia di partite IVA.

Ricordiamo che le domande per il fondo perduto del primo decreto Sostegni si possono inoltrare fino al 28 maggio 2021.

Iscriviti alla newsletter