Conti dormienti in prescrizione a novembre 2018, il MEF invita alla verifica

Conti dormienti: il MEF con comunicato stampa del 7 agosto 2018 ricorda che a novembre andranno in prescrizione le somme non movimentate dal 2008. Verifiche per richiedere i rimborsi sul portale Consap.

Conti dormienti in prescrizione a novembre 2018, il MEF invita alla verifica

Conti dormienti: inizio della prescrizione a novembre 2018.

Il MEF ricorda la scadenza per l’esigibilità delle somme inutilizzate affluite al Fondo Rapporto Dormienti nel novembre 2008 e invita al portale Consap per verificare la situazione del proprio conto e, all’occorrenza, poter presentare domanda di rimborso in tempo utile.

Si parla di conti dormienti quando le somme non vengono movimentate da 20 anni. La scadenza avviene trascorsi 10 anni da quando le somme, già non movimentate da altri 10 anni, sono state trasferite al Fondo, ad eccezione degli assegni circolari che sono soggetti a diversi termini di prescrizione.

Conti dormienti, MEF: scadenza a novembre 2018, verifiche sul portale Consap

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso noto con un comunicato ufficiale del 7 agosto 2018 che questo è l’ultimo periodo di tempo utile per la possibilità di riscossione delle somme inutilizzate relative ai conti dormienti prima dell’inizio della prescrizione nel mese di novembre 2018.

Il MEF ha ritenuto opportuno ricordare la scadenza e invitare inoltre ad effettuare un controllo sull’esistenza di conti dormienti intestati a proprio nome o a nome di familiari di cui possano risultare eredi, in modo da poter presentare eventualmente richiesta di rimborso in tempo utile.

Ministero dell’Economia e delle Finanze, comunicato ufficiale del 7 agosto 2018 sulla scadenza dei conti dormienti a novembre 2018
Il comunicato ufficiale del MEF con la scadenza relativa ai conti dormienti affluiti al Fondo nel novembre 2008 e l’invito a consultare la banca dati Consap.

Ecco i conti dormientii che affluiscono nel Fondo Rapporto Dormienti

Affluiscono al Fondo Rapporto Dormienti i conti non movimentati per un periodo di tempo ininterrotto di 10 anni decorrenti dalla data di libera disponibilità delle somme.

Si tratta di somme inutilizzate relative a strumenti di natura bancaria e finanziaria e di importo pari o superiore a 100 euro.

Ecco i conti che rientrano nella categoria dei “dormienti”:

  • depositi di denaro;
  • libretti di risparmio bancari e postali;
  • conti correnti bancari e postali
  • azioni;
  • obbligazioni;
  • certificati di deposito;
  • fondi di investimento;
  • assegni circolari non riscossi entro il termine di prescrizione.

Conti dormienti: il MEF invita a consultare la banca dati Consap per il rimborso

Per poter presentare domanda di rimborso in tempo utile è opportuno verificare la situazione del proprio conto, in particolare nel caso in cui si possa risultare erede di conti dormienti intestati a nome di familiari.

È possibile effettuare il controllo e richiedere il rimborso sul sito della banca dati Consap, compilando i campi all’interno della sezione cerca rapporto dormiente.

Le domande di rimborso possono essere presentate a Consap Spa per via telematica tramite Portale Unico oppure mediante raccomandata a/r ovvero raccomandata a mano presso la sede della società.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Conto corrente

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.