Condono fiscale 2021, stralcio dei debiti al via: dal bollo alle tasse non pagate, tempi e beneficiari

Anna Maria D’Andrea

25/08/2021

25/08/2021 - 11:54

condividi

Condono fiscale 2021, al via lo stralcio dei debiti fino a 5.000 euro, dal bollo alle tasse non pagate. Dopo l’invio dell’elenco dei beneficiari, parte ora la verifica dei redditi.

Condono fiscale 2021, stralcio dei debiti al via: dal bollo alle tasse non pagate, tempi e beneficiari

Condono fiscale 2021, è partito lo stralcio dei debiti fino a 5.000 euro.

Il 20 agosto si è conclusa la prima fase della cancellazione delle cartelle, con l’invio da parte dell’Agenzia delle Entrate Riscossione dell’elenco dei contribuenti con debiti fino a 5.000 euro.

Ora la palla passa nelle mani dell’Agenzia delle Entrate, chiamata a verificare i redditi dei contribuenti: solo chi non supera la soglia dei 30.000 euro potrà beneficiare del condono fiscale, che abbraccia i debiti relativi al periodo dal 2000 al 2010, dal bollo auto alle tasse non pagate.

Condono fiscale 2021, stralcio dei debiti al via: dal bollo alle tasse non pagate, tempi e beneficiari

Il condono fiscale previsto dal decreto Sostegni per le cartelle fino a 5.000 euro vedrà cooperare l’Agenzia delle Entrate e il ramo Riscossione.

Il primo tassello è stato posto dall’AdER che, come previsto dal decreto del Ministero dell’Economia del 14 luglio, ha trasmesso l’elenco dei codici fiscali presenti nel proprio database alla data del 23 marzo 2021 dei soggetti con debiti di importo residuo non superiore alla soglia di 5.000 euro, relativi a carichi affidati nel periodo 2000-2010.

Dal bollo auto alle tasse non pagate, l’elenco dei potenziali beneficiari del condono fiscale 2021 è stato quindi predisposto tenuto conto del limite del singolo debito, comprensivo di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni, e la data di affidamento, al netto delle cartelle esplicitamente escluse dalla procedura di stralcio.

Il lavoro per il completamento della procedura di condono è ora nelle mani dell’Agenzia delle Entrate, tenuta ad effettuare la verifica reddituale.

Lo stralcio delle cartelle si applica infatti esclusivamente ai contribuenti con redditi non superiori a 30.000 euro, relativamente all’anno 2019.

L’Agenzia delle Entrate predisporrà l’elenco dei beneficiari del condono fiscale sulla base dei dati relativi alle dichiarazioni dei redditi e alle certificazioni uniche trasmesse nel corso del 2020.

Condono fiscale 2021, i tempi: entro il 30 settembre l’elenco degli esclusi, stralcio entro il 31 ottobre

La prossima tappa del condono fiscale è prevista entro il 30 settembre 2021.

Questo è il termine entro il quale l’Agenzia delle Entrate dovrà restituire all’AdER l’elenco dei codici fiscali dei contribuenti con debiti fino a 5.000 euro, segnalando quelli esclusi dallo stralcio delle cartelle per superamento del limite di reddito di 30.000 euro.

Si tratta dell’ultimo passaggio formale per individuare la platea dei beneficiari del condono. Successivamente infatti l’Agenzia delle Entrate Riscossione determinerà chi è dentro e chi è fuori dalla cancellazione dei debiti.

La procedura di verifica dovrà in ogni caso concludersi entro il 31 ottobre 2021, data ultima per l’annullamento dei debiti dei contribuenti i cui codici fiscali non rientrano tra quelli segnalati dall’Agenzia delle Entrate per superamento del limite reddituale di 30.000 euro.

Una postilla importante è contenuta nel decreto del MEF: nel caso di più coobbligati, il condono fiscale sarà effettuato solo se tutti i soggetti debitori rispettano il limite di reddito prescritto dalla norma. In caso contrario, la cartella non rientrerà tra quelle annullate in via automatica.

Iscriviti a Money.it