Concorso segretari comunali: prove al PC e procedura semplificata. Come cambia

Cambia il concorso per segretari comunali e provinciali per il biennio 2020-2022 per l’iscrizione all’Albo. La procedura sarà semplificata come da legge di conversione del decreto Agosto approvata al Senato.

Concorso segretari comunali: prove al PC e procedura semplificata. Come cambia

Concorso segretari comunali: cambia la procedura di selezione, anche per i provinciali, che viene semplificata con prove decentrate, al PC e orale in videoconferenza.

A stabilirlo un emendamento inserito nella [legge di conversione del decreto Agosto il cui testo è stato approvato ieri al Senato e che ora passa alla Camera. Il termine ultimo previsto è quello del 13 ottobre.

In particolare la procedura semplificata per il concorso per segretari comunali viene introdotta con l’inserimento dell’articolo 25-bis. In realtà le procedure selettive cambieranno, come la ministra della PA Fabiana Dadone ha più volte annunciato, per tutti i concorsi pubblici. La stessa ministra ha annunciato la nascita dei Pta; è stato anche pubblicato il bando-tipo per i concorsi del futuro.

Il concorso per segretari comunali ha poi ottenuto il suo articolo nella legge di conversione del decreto Agosto data la grande penuria di queste figure nelle realtà locali del nostro Paese.

Concorso segretari comunali: la procedura semplificata

Per il concorso per segretari comunali l’articolo 25-bis alla legge di conversione del decreto Agosto approvata al Senato introduce la procedura semplificata.

Non caso l’articolo è titolato Semplificazione della procedura di accesso alla carriera di segretario comunale e provinciale per il triennio 2020-2022.

Si stabilisce che per sopperire alla carenza di segretari per l’adeguato supporto al ripristino della piena operatività degli enti locali, per il triennio 2020-2022 l’Albo nazionale dei segretari comunali e provinciali bandisce concorsi semplificati per l’accesso alla carriera.

In particolare la nuova procedura semplificata del concorso per segretari comunali e provinciali prevede prima di tutto che sulla base di quanto disposto dall’articolo 247 del decreto n.34/2020 convertito nella legge n.77/2020 (decreto Rilancio) la domanda vada presentata in via telematica con accesso al sistema informatico mediante il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) e un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC).

Si stabilisce che i concorsi per segretari comunali saranno sempre espletati con una prova preselettiva (articolo 13, comma 4 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 4 dicembre 1997, n. 45, con modalità telematiche e in sedi decentrate. Non solo la procedura semplificata per i prossimi concorsi per segretari comunali e provinciali prevede:

  • due prove scritte, anche nella stessa data, sempre in modalità telematica;
  • una prova orale, anche in videoconferenza, garantendo la tracciabilità e la sicurezza delle comunicazioni.

Il contenuto delle prove e anche la loro articolazione rispecchiano quanto disposto dal regolamento di cui sopra.

Concorso segretari comunali: le prove

Le due prove scritte del concorso per segretari comunali si svolgeranno in modalità telematica e consisteranno in una serie di quesiti a risposta aperta. Nel dettaglio:

  • la prima prova scritta si concentra su argomenti di carattere giuridico e in particolare con riferimento a diritto costituzionale, diritto amministrativo, ordinamento degli enti locali, diritto privato;
  • la seconda prova scritta si caratterizza su argomenti di carattere economico e finanziario-contabile, con specifico riferimento all’economia politica, scienza delle finanze e diritto finanziario, ordinamento finanziario e contabile degli enti locali, management pubblico.

La prova orale riguarda le materie stabilite dall’articolo 13 del Regolamento per i segretari suddetto e quindi sulle materie delle prove scritte. L’orale del concorso per segretari comunali e provinciali potrà svolgersi anche in videoconferenza come abbiamo detto. Durante la prova orale dovrà essere accertata anche la conoscenza della lingua inglese.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories