Concorsi interni Polizia di Stato 2017: le selezioni per l’avanzamento di carriera

Simone Micocci

31 Luglio 2017 - 13:11

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il riordino delle carriere delle Forze Armate prevede diversi concorsi interni per la Polizia di Stato: in attesa dell’uscita dei bandi ecco le bozze dei decreti attuativi.

Concorsi interni Polizia di Stato: quali bandi in uscita nei prossimi mesi?

Una dei punti più importanti del testo del riordino delle carriere delle Forze Armate è quello che prevede l’uscita di 7 nuovi concorsi interni della la Polizia di Stato per l’accesso al ruolo direttivo e alla qualifica di vice ispettore.

Per ognuno di questi concorsi, che saranno banditi annualmente, ci dovrà essere un apposito decreto con il quale ne verranno disciplinati i requisiti e le modalità. A tal proposito in questi giorni sono state pubblicate le bozze degli schemi di decreto nei quali sono stabiliti i criteri sui quali si baseranno i futuri bandi per i concorsi interni della Polizia di Stato.

Il 2017 quindi non sarà ricordato solamente come l’anno del concorso per allievi agenti della Polizia di Stato - che avrà inizio lunedì 7 agosto - perché nei prossimi mesi è prevista l’uscita dei primi di 7 concorsi che dovranno essere banditi ogni anno.

Le novità più importanti contenute nei decreti per i concorsi interni sono:

  • nuovi requisiti per la partecipazione;
  • revisione dei titoli ammessi alla valutazione con i relativi punteggi;
  • stabilite le modalità attuative.

Vediamo nel dettaglio quali sono le novità dei singoli concorsi interni per la Polizia di Stato analizzando le bozze dei decreti, che potete anche scaricare nel prosieguo dell’articolo.

Concorso interno per Vice Ispettore della Polizia di Stato

Nella bozza del decreto che disciplina le modalità del concorso interno per l’avanzamento al ruolo di Vice Ispettore della Polizia di Stato viene stabilito che la selezione - riservata ai sovrintendenti in possesso del diploma di Maturità - sarà strutturata in un due prove:

  • prova scritta: stesura di un elaborato su elementi di diritto penale e diritto processuale penale, con eventuali riferimenti al diritto costituzionale;
  • prova orale: su argomenti di diritto amministrativo e civile e durante la quale verranno verificate le competenze informatiche e il livello di conoscenze della lingua straniera indicata.

Oltre al punteggio ottenuto nelle varie prove verranno valutati i titoli di servizio. Ecco una tabella in cui sono indicati i titoli riconosciuti con i relativi punteggi.

Titoli valutabili Punteggio massimo
Anzianità complessiva di servizio 14 punti
Anzianità complessiva nel ruolo dei sovrintendenti 4 punti
Anzianità nella qualifica di sovrintendente capo 7 punti
Rapporti informativi e giudizi complessivi nel biennio anteriore 5 punti
Qualità delle mansioni svolte 8 punti
Incarichi speciali conferiti dall’Amministrazione 4 punti
Titoli attinenti alla formazione professionale del candidato 2 punti
Lavori originali elaborati per il servizio 2 punti
Ricompense 4 punti

Per saperne di più sul concorso per Vice Ispettore, per il quale si è ancora in attesa del numero di posti disponibili e delle modalità di presentazione delle domande (informazioni che saranno ufficializzate con l’uscita del bando di concorso) potete scaricare la prima bozza del decreto che trovate di seguito.

Decreto concorso interno per Vice-Ispettore
Clicca qui per scaricare il decreto che stabilisce i criteri sui quali si dovranno basare i prossimi concorsi interni per l’avanzamento al ruolo di vice-ispettore.

Concorso per ruoli direttivi della Polizia di Stato

In programma poi c’è il concorso per ruoli direttivi fino ad esaurimento posti (1.500), al quale possono inviare domanda i sostituti commissari che potevano partecipare ai concorsi previsti per l’accesso al ruolo direttivo speciale per le annualità dal 2001 al 2005, con 300 posti riservati per ogni anno.

Ci sarà poi una seconda selezione - con 300 posti a concorso - riservata ai sostituti commissari del ruolo degli ispettori che rivestivano la qualifica di ispettore superiore - sostituto ufficiale di pubblica sicurezza fino al giorno antecedente dall’entrata in vigore del decreto che riordina le carriere delle Forze Armate.

Per questo concorso non sono previste delle prove, poiché saranno valutati solamente i titoli. Ecco le tabelle con i relativi punteggi:

Titoli valutabili Punteggio massimo
Anzianità effettiva di servizio 15 punti
Anzianità nella qualifica (compresa quella nella denominazione di “sostituto direttore tecnico”) 8 punti
Incarichi speciali conferiti dall’Amministrazione 5 punti
Titoli attinenti alla formazione professionale del candidato 2 punti
Lavori originali elaborati per il servizio 2 punti
Ricompense 2 punti
Rapporti informativi e giudizi complessivi nel biennio anteriore 6 punti
Titoli di cultura (laurea triennale e specialistica, abilitazioni, specializzazioni, master e dottorati 5 punti

Queste le novità più importanti dei nuovi concorsi per direttivi, ma per maggiori informazioni potete scaricare la bozza del decreto suddetto.

Decreto concorso interno per ruoli direttivi (ad esaurimento)
Clicca qui per scaricare il decreto che stabilisce i criteri per il concorso interno della Polizia di Stato per l’avanzamento ai ruoli direttivi.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories