Riordino carriere

Il riordino delle carriere è una riforma che punta ad una nuova strutturazione delle Forze Armate, di Polizia e dei Vigili del Fuoco in base al principio di equiordinazione.

La bozza del testo sul riordino attualmente è in esame in Parlamento, dopodiché ci dovrebbe essere l’approvazione definitiva da parte del Consiglio dei Ministri.

Una volta che il riordino sarà effettivo ci saranno dei cambiamenti sia per l’assunzione delle Forze Armate e dell’Ordine, con l’introduzione ad esempio di nuovi limiti di età per la partecipazione ai concorsi, che per la progressione in carriera.

Il riordino delle carriere oltre ad introdurre degli effetti equiordinativi nei vari corpi delle Forze Armate e di Polizia introduce anche dei cambiamenti dal punto di vista della retribuzione. Ad esempio, con il riordino gli 80 euro del Bonus per le Forze Armate introdotto da Renzi diventerà strutturale in busta paga; l’importo netto quindi sarà più basso, ma ci saranno conseguenze positive sia per tredicesima e TFR che sull’importo della pensione.

Il riordino delle carriere però in questi giorni è anche causa di rottura; i sindacati in favore del riordino attaccano i contrari e viceversa, mentre i ruoli alla base della Forze Armate dicono che la riforma così come strutturata piace solo ai funzionari.

Al momento quindi non c’è molta chiarezza sugli effetti del riordino e per saperne di più vi consigliamo di leggere la nostra guida dedicata-Riordino delle carriere: i vantaggi per le Forze Armate e di Polizia.

Riordino carriere, ultimi articoli su Money.it

Forze Armate: 8 novità annunciate dal Ministro della Difesa

Pubblicato il 20 novembre 2018 alle 12:39

Il Ministro della Difesa - Elisabetta Trenta - nel corso del suo intervento davanti ai delegati Co.Ce.R. ha svelato alcune novità in arrivo per le Forze Armate: dal riordino al nuovo contratto, fino alla risoluzione dei problemi NoiPA.

|