Cessione credito ecobonus: come funziona la piattaforma online delle Entrate

Pronta la piattaforma online dell’Agenzia delle Entrate con cui si possono monitorare, accettare o rifiutare le cessioni di credito già effettuate per eco e sismabonus. Vediamo come funziona e quali sono le altre operazioni disponibili.

Cessione credito ecobonus: come funziona la piattaforma online delle Entrate

Cessione eco e sismabonus, è pronta la piattaforma online per monitorare e accettare i crediti ricevuti, disponibile gratuitamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

È stata l’Amministrazione Finanziaria stessa a pubblicare il 27 dicembre la guida per capire come funziona la piattaforma.

Il primo punto da chiarire è che questa piattaforma, pronta all’uso da fine dicembre, dà conferma delle cessioni di credito già effettuate: si possono quindi consultare gli sconti per i lavori di riqualificazione energetica e riduzione del rischio sismico già fatti.

Non è possibile, invece, realizzare nuove cessioni e transazioni.

Si tratta dell’ultimo step necessario affinché il cessionario/fornitore possa utilizzare il bonus in compensazione tramite modello F24 o cederlo a sua volta.

Di seguito, vediamo come funziona la nuova piattaforma dell’Agenzia delle Entrate per la cessione del credito d’imposta per i lavori di eco e sismabonus e quali sono le operazioni disponibili per gli utenti.

Cessione credito ecobonus: come funziona la piattaforma online delle Entrate

Crescono i servizi online offerti dall’Agenzia delle Entrate: è disponibile la piattaforma per monitorare e accettare i crediti ricevuti dai lavori di eco e sismabonus, anche se lo sconto in fattura dal 2020 si potrà richiedere solo per i lavori condominiali di importo pari o superiore a 200.000 euro.

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la guida per illustrare le funzionalità della procedura informatica il 27 dicembre 2019 e, come chiarito nelle prime righe, le operazioni possibili tramite suddetta piattaforma riguardano le cessioni già avvenute e degli sconti già applicati.

Sono varie le operazioni disponibili dalla piattaforma, le cui procedure potranno essere estese anche ad altre fattispecie compatibili con le sue funzionalità.

Innanzitutto, va effettuato l’accesso inserendo le proprie credenziali al sito dell’AdE, quindi tramite PIN o SPID. Non servono ulteriori iscrizioni.

Dopo l’autenticazione, è possibile accedere alla procedura seguendo il percorso La mia scrivania / Servizi per / Comunicare.

A questo punto, si deve cliccare sul collegamento Piattaforma Cessione Crediti.

Lo scopo di questa piattaforma è di dare uno strumento ai fornitori che hanno applicato gli sconti e ai soggetti cessionari dei crediti ecobonus e sismabonus, per confermare cessioni e sconti già avvenuti.

Solo dopo l’avvenuta conferma, la somma potrà essere compensata (tramite modello F24) o ceduta.

Nel caso in cui l’utente ritenga di aver ricevuto il credito per errore può rifiutarlo, ma è fondamentale sottolineare come le operazioni (sia di accettazione che di rifiuto) siano irreversibili.

Inoltre, dalla piattaforma si può comunicare all’Agenzia delle Entrate l’ulteriore cessione del credito a un soggetto terzo, il quale troverà il bonus nella sua area riservata e potrà scegliere tra accettarlo o rifiutarlo (ma non cederlo a sua volta).

Gli esiti delle operazioni effettuate sulla piattaforma sono immediatamente visibili per i soggetti coinvolti.

Dopo l’accettazione, i crediti sono visibili anche sul cassetto fiscale del fornitore/cessionario.

Chiariti i punti fondamentali su come funziona la piattaforma, vediamo quali sono le operazioni possibili messe a disposizione dall’Amministrazione Finanziaria.

Guida AdE piattaforma cessione crediti eco e sismabonus 27/12/2019
Guida all’utilizzo della procedura per la comunicazione all’Agenzia delle Entrate delle cessioni dei crediti (PIATTAFORMA CESSIONE CREDITI)

Cessione credito ecobonus, le operazioni disponibili sulla piattaforma online delle Entrate

La piattaforma messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate è pensata per essere semplice e intuitiva.

Come anticipato, le operazioni sono irreversibili, quindi una volta accettato (o rifiutato) il credito non si può tornare indietro.

Comunque, l’Agenzia delle Entrate assicura un’interfaccia della piattaforma molto semplice, chiara e diretta, che non dovrebbe creare né dubbi né incertezze.

La procedura è composta da quattro funzioni:

  • Monitoraggio crediti: per consultare il riepilogo delle cessioni e delle eventuali accettazioni;
  • Cessione crediti: per comunicare all’Agenzia la cessione parziale o totale ad altri soggetti;
  • Accettazione crediti/sconti;
  • Lista movimenti: per effettuare interrogazioni sulle operazioni eseguite.

Per quanto riguarda la funzione “Cessione crediti”, l’utente può visionare i crediti ricevuti e accettati e, perciò, divenuti trasferibili a terzi (a meno che non siano cedibili “una sola volta”).

La funzione permette di specificare e comunicare, per ogni bonus, l’importo del credito ceduto e il codice fiscale del cessionario a cui è destinato.

Il sistema procede con schermate di conferma e riscontro dei dati inseriti fino ad arrivare al pulsante “Cedi”: una volta cliccato e inserito il codice PIN (o SPID), conferma definitivamente la comunicazione di cessione.

Con la funzione “Accettazione crediti/sconti” l’utente può verificare se ci sono crediti in sospeso a lui intestati.

Una volta accettato il credito, il bonus è immediatamente spendibile in compensazione.

Nella “lista movimenti”, infine, c’è l’elenco di tutte le operazioni effettuate dall’utente, che può essere esportato in formato elaborabile.

Per attivare questa funzione occorre selezionare un periodo temporale specifico.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO