Canada contro negazionisti Covid: “Idioti”

Marco Ciotola

5 Dicembre 2020 - 21:52

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il premier del Manitoba invita a stare a casa per Natale e si sfoga in diretta nazionale: “Se non credete che il coronavirus sia reale, siete degli idioti”

Canada contro negazionisti Covid: “Idioti”

Appello critico in Canada in vista delle imminenti vacanze di Natale. Di fronte a un deciso incremento dei casi di covid, il premier del Manitoba Brian Pallister ha tenuto un lungo e sentito discorso a indirizzo della popolazione della sua provincia, esortando tutti ad astenersi dai tradizionali raduni festivi.

Discorso in cui non sono mancati duri rimproveri ai cosiddetti negazionisti del coronavirus, definiti senza mezzi termini “idioti” da Pallister, che ha evidenziato come non credere alla realtà e al contempo alla gravità della situazione in questo momento sia folle:

“Farò quello che credo sia giusto, e adesso quello che è giusto è cercare di salvare vite. Se non credete il covid sia reale, siete degli idioti. Dovete capire che dobbiamo essere uniti, è cruciale che riusciate a capire questo. Non riunitevi per le vacanze di Natale, sono io che ve lo chiedo, e ve lo chiedo per tenervi al sicuro.”

Canada contro negazionisti del covid: “Idioti”

Brian Pallister è il primo ministro della provincia canadese del Manitoba. È a capo del governo della provincia, di cui ne è di fatto amministratore.

Conservatore Progressista, ha prestato giuramento a maggio del 2016, e affronta di certo ora la fase più dura del suo mandato. Di fronte all’aumento dei casi nella sua provincia - in linea con gli incrementi generici registrati nell’intero Paese - Pallister ha tenuto un discorso a tratti duro e a tratti commosso.

Nella sostanza, l’invito è quello di stare a casa per Natale evitando le tradizionali riunioni di famiglie e amici. Consapevole del sacrificio richiesto, si è però mostrato al contempo molto severo con tutti quelli impegnati a negare l’esistenza del coronavirus persino in un momento simile.

La situazione sanitaria in Canada continua a preoccupare: il Paese ha assistito a un deciso moltiplicarsi dei casi in seguito al giorno del Ringraziamento, lo scorso 12 ottobre.

Secondo governo e sistema sanitario canadese, le tradizionali riunioni di famiglie e amici hanno alimentato un’ondata diffusa di casi, con innalzamento di ricoveri e decessi.

Proprio sulla base di questo ragionamento, i funzionari della sanità pubblica hanno dato un esplicito avvertimento: il sistema sanitario non può gestire un nuovo incremento di positivi simile anche a Natale, da qui l’appello a evitare il più possibile riunioni di famiglie e amici per le festività.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories