Calciomercato 2020: quali saranno i colpi del nuovo anno in Serie A?

Con la Serie A ferma fino alla Befana, a gennaio prenderà il via il calciomercato invernale: ecco i possibili colpi nel 2020 per le big della nostra massima serie.

Calciomercato 2020: quali saranno i colpi del nuovo anno in Serie A?

Con l’assegnazione della Supercoppa italiana che ha visto la Lazio trionfare in Arabia Saudita, è calato il sipario sul 2019 calcistico della nostra Serie A che tornerà in campo il prossimo 5 gennaio.

Una delle date da segnare con il circoletto rosso per questo 2020 è quella di giovedì 3 gennaio, giorno in cui presso l’Hotel Meilà di Milano aprirà i battenti il calciomercato che resterà aperto fino al 31 gennaio.

Già da tempo però si susseguono le voci su quelle che potrebbero essere le mosse delle big della nostra Serie A, con anche Inter e Juventus che con ogni probabilità dovranno sistemare la propria rosa in questa sessione di mercato nonostante il primo posto in classifica.

Leggi anche la Classifica degli stipendi in Serie A

Dove è lecito attendersi dei cambiamenti notevoli è a Napoli e a Milano, sponda però rossonera, viste le situazioni caotiche che si sono venute a creare con i due club che hanno di recente cambiato allenatore.

Cosa aspettarsi dal calciomercato 2020

Anche se ancora non si è arrivati perfettamente al giro di boa, con la sosta delle festività di Natale per la nostra Serie A è giunto il momento di tirare un attimo il fiato e fare il punto della situazione.

Già dall’apertura del calciomercato il prossimo 3 gennaio, tutte le squadre cercheranno di intervenire sul mercato per rinforzare la propria rosa e cercare di piazzare altrove quei calciatori considerati in esubero.

Questo al momento è il quadro della situazione per le big del nostro campionato, elencando cosa potrebbe accadere con l’apertura a inizio 2020 del calciomercato invernale.

Juventus

Nonostante il primo posto in classifica e l’agevole passaggio del turno in Champions League, i campioni d’Italia hanno mostrato diverse lacune in questa prima parte della stagione come emerso anche nella finale della Supercoppa contro la Lazio.

Con Mario Mandzukic ormai in Qatar, nelle casse bianconere arriveranno 5 milioni, la Juventus potrebbe puntellare il suo reparto offensivo con il nome più caldo che è quello del centravanti norvegese classe 2000 Erling Haaland, autentica rivelazione di stagione con il Salisburgo che però sembrerebbe essere più un nome per giugno.

Per intervenire a centrocampo e in difesa, vista l’abbondanza si dovrà prima cedere ma non sarà facile dare via i vari Emre Can o Rabiot visto lo stipendio da loro percepito e le richieste alte da parte dei bianconeri.

Inter

Se non fosse stata per l’eliminazione in Champions, questa prima parte di stagione sarebbe stata da incorniciare per l’Inter. I tanti infortuni però hanno condizionato le scelte di mister Conte, che più volte si è lamentato della “coperta corta” a disposizione.

Beppe Marotta è quindi a lavoro per dare al tecnico salentino due pedine già a gennaio: un centravanti nonostante le buone prove di Sebastiano Esposito e un centrocampista di qualità che possa alzare il tasso tecnico dei nerazzurri nella zona nevralgica del campo.

Per il centrocampo in pole position c’è Arturo Vidal, ma il Barcellona vuole un prestito con obbligo di riscatto a 20 milioni che non piace molto ai meneghini. Alta è l’attenzione su Dejan Kulusevski, in forza al Parma ma di proprietà dell’Atalanta, con i ducali che non vorrebbero però privarsene a gennaio.

In attacco aspettando il recupero di Alexis Sanchez ci sono le opzioni Olivier Giroud e Dries Mertens, entrambi in scadenza di contratto e che potrebbero rappresentare dei colpi low cost ma di assoluto affidamento.

Roma

Le recenti prestazioni hanno acceso l’entusiasmo per questa nuova Roma targata Fonseca, che in pochi mesi ha già vinto tutto lo scetticismo iniziale della sempre esigente e calda piazza capitolina.

Per questo calciomercato invernale l’obiettivo numero uno per i giallorossi è quello di un vice-Dzeko visti i problemi di Nikola Kalinic. I nomi più caldi sono quelli di Mario Diaz del Real e di Andrea Pinamonti del Genoa.

Attenzione alla clausola di Lorenzo Pellegrini che con 30 milioni può andare via: la Roma però è già a lavoro per blindare il forte centrocampista. Chi invece è con la valigia pronta è Javier Pastore, che anche quest’anno non sta convincendo.

Napoli

Situazione molto complessa quella del Napoli, che passerà comunque un Natale un po’ più sereno grazie alla vittoria in extremis sul campo del Sassuolo che ha dato la prima al gioia al nuovo mister Gennaro Gattuso.

Dries Mertens e José Callejon sono in scadenza e difficilmente rinnoveranno specie dopo il solco che si è creato con la società per la vicenda delle multe. Anche Llorente potrebbe già salutare gli azzurri.

La priorità per il mercato dei partenopei è il centrocampo dove serve un uomo di quantità. Sarebbe ai dettagli a riguardo la trattativa per Sofyan Amrabat del Verona, mentre per l’attacco piace Boga del Sassuolo.

Milan

Tira aria di tempesta in casa Milan dopo la sonora scoppola di Bergamo: tutti in discussione con anche i dirigenti Boban e Maldini che sono sul banco degli imputati oltre all’uomo mercato Massara.

Con Borini a un passo dal Genoa, i rossoneri cercano rinforzi in ogni reparto. Per la difesa il nome caldo è quello del centrale Todibo del Barcellona, mentre per dare centimetri ed esperienza al centrocampo si parla di Matic in uscita dallo United.

In attacco nonostante l’esoso investimento estivo non sta convincendo Leao al pari di Rebic, autentico oggetto misterioso quest’ultimo, con il grande sogno che rimane il ritorno di Ibrahimovic affare dato per certo qualche settimana fa ma ora più in salita.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO