Borse di studio INPS per studenti universitari: domanda, requisiti e importi

Simone Micocci

18 Gennaio 2018 - 09:16

condividi

Nuove Borse di Studio per chi frequentava l’Università nell’a.a. 2015-2016: contributo fino a 2.000€ per i figli - o orfani - dei dipendenti pubblici.

Borse di studio INPS per studenti universitari: domanda, requisiti e importi

Nuove Borse di Studio INPS riferite all’a.a. 2015-2016: i figli - o gli orfani - dei dipendenti e pensionati del pubblico impiego potranno beneficiare di un contributo in denaro fino ad un importo di 2.000€.

Inviare la domanda non è ancora possibile: la procedura telematica infatti sarà attiva a partire dalle 12:00 del 23 gennaio 2018. In questo modo avete tempo di presentare la nuova DSU per il 2018 e chiedere l’ISEE aggiornato, essenziale per chi intende inviare la domanda per la Borsa di Studio INPS.

Se siete dipendenti pubblici (iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali) e avete dei figli che per l’a.a. 2015-2016 hanno frequentato un corso universitario (sia di laurea che post lauream) di seguito trovate le informazioni utili per fare la richiesta, dalle modalità per l’invio telematico ai requisiti e i criteri per stilare la graduatoria.

Requisiti

I beneficiari delle 5.450 Borse di Studio messe a disposizione dall’INPS sono gli studenti che nell’anno 2015-2016 risultavano iscritti ad un corso universitario.

La richiesta deve essere presentata dai loro genitori, se pubblici dipendenti iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie, o anche pensionati utenti della Gestione dipendenti pubblici. Possono presentare la domanda anche gli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrali e al Fondo ex IPOST.

I requisiti che lo studente universitario deve soddisfare per la richiesta sono i seguenti:

  • età inferiore ai 32 anni;
  • non aver beneficiato di un’altra borsa di studio INPS - o riconosciuta da altri Enti regionali o Istituzioni pubbliche e private - per il diritto allo studio universitario se di importo superiore al 50% del contributo messo a concorso;
  • non essere risultati vincitori del Bando INPS “Collegi Universitari”, sempre in riferimento all’a.a.2015-2016;
  • non risultare fuori corso;
  • aver sostenuto tutti gli esami previsti dal piano degli studi per l’a.a. 2015-2016;
  • la media ponderata degli esami deve essere superiore a 24/30. Per calcolarla dovete moltiplicare il voto di ogni esame per il numero di CFU, sommare ogni voto e dividere il risultato per la somma di tutti i CFU conseguiti;
  • se la borsa di studio si richiede per l’anno accademico nel quale è stato conseguito il diploma di laurea, la votazione finale non deve essere inferiore a 88/110.

Importi

In totale l’INPS ha messo a disposizione 5.450 borse di studio, per un importo che va dai 1.000€ ai 2.000€. Nel dettaglio i contributi saranno così distribuiti:

  • 4.000 borse di studio per i figli degli iscritti alla Gestione unitaria prestazioni creditizie e sociali dell’importo di 2.000€;
  • 1.050 borse di studio per i figli degli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale dell’importo di 2.000€;
  • 100 borse di studio per i figli degli iscritti al fondo IPOST dell’importo di 2.000€;
  • 200 borse di studio per i figli degli iscritti alla Gestione unitaria prestazioni creditizie e sociali (ma iscritti a corsi universitari di specializzazione post lauream) dell’importo di 1.000€;
  • 50 borse di studio per i figli degli iscritti aliscritti al fondo IPOST (ma iscritti a corsi universitari di specializzazione post lauream) dell’importo di 1.000€;
  • 50 borse di studio per i figli degli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale (ma iscritti a corsi universitari di specializzazione post lauream) dell’importo di 1.000€.

Sarà l’INPS a decidere a chi assegnare questi contributi sulla base di una graduatoria nazionale che sarà stilata tenendo conto di alcuni criteri; vediamo quali.

Graduatoria

Per la composizione della graduatoria l’INPS terrà conto di due parametri: l’ISEE e la media ponderata dei voti d’esame. Al primo - che ricordiamo deve essere aggiornato al 2018 - vengono assegnati i seguenti punteggi:

  • ISEE fino a 8.000€: 14 punti;
  • ISEE da 8.000,01€ a 16.000€: 11 punti;
  • ISEE da 16.000,01€ a 24.000€: 9 punti;
  • ISEE da 24.000,01€ a 32.000€: 6 punti;
  • ISEE da 32.000,01€ a 40.000€: 4 punti;
  • ISEE superiore a 40.000,01€: 2 punti.

A questi punteggi sarà aggiunta la media ponderata dei voti degli esami, rapportata in centesimi, o se più favorevole il voto di laurea. Nel caso di parità di punteggio complessivo, verrà data priorità al valore ISEE assoluto inferiore.

Come fare domanda

La domanda va inviata dagli iscritti in modalità esclusivamente telematica. La procedura sarà attiva sul sito INPS dalle 12:00 del 23 gennaio 2018.

Per inviare la richiesta utilizzate il motore di ricerca presente sul sito INPS e scrivete “Borse di studio universitarie”; dopo aver trovato la scheda di interesse selezionate “Accedi al servizio” e inserite i vostri dati personali e il PIN INPS con il quale vi siete registrati, oppure il codice SPID.

Dopo aver effettuato l’accesso compilate il form della domanda non dimenticando di inserire i recapiti telefonici e di posta elettronica. Anche il codice IBAN del conto corrente bancario o postale ove si intende ricevere un eventuale accredito deve essere indicato nella domanda.

I campi della domanda quindi vanno compilati tutti; una volta inserite tutte le informazioni richieste inviate la domanda e attendete che l’INPS vi invierà la ricevuta di conferma.

Termine per inviare la richiesta è il 27 febbraio 2018, sempre alle ore 12:00.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it