Borsa Milano Oggi, 2 settembre 2020: Ftse Mib chiude tonico, balzo di Atlantia

La Borsa di Milano oggi, 2 settembre 2020, ha chiuso la seduta in solido territorio positivo. Sul Ftse Mib spicca l’incremento a due cifre messo a segno da Atlantia e gli acquisti su Interpump. Spread a 144 pb.

Borsa Milano Oggi, 2 settembre 2020: Ftse Mib chiude tonico, balzo di Atlantia

I nuovi record messi a segno da Wall Street, spinta sia dalle indicazioni macroeconomiche che dall’attesa di nuove misure espansive dal punto di vista fiscale, permettono alla Borsa di Milano oggi di chiudere la seduta in solido territorio positivo.

In corrispondenza della chiusura degli scambi nel Vecchio continente, l’eurodollaro registra un rosso dello 0,68% a 1,18298 mentre il future sul Brent, a 44,8 dollari, perde l’1,7% rispetto al dato precedente.

Per quanto riguarda la corsa registrata dall’incrocio eur/usd, che ieri si è riportato sopra 1,2 per la prima volta in due anni (1,20099), il capo economista della Banca Centrale Europea, Philip Lane, ha fatto sapere di star monitorando la situazione.

“Il cambio euro dollaro è importante. Se ci sono forze che muovono il tasso di cambio euro dollaro, allora ciò alimenta le nostre previsioni globali ed europee il che a sua volta sostenta la nostra impostazione di politica monetaria”, ha rilevato l’esperto.

Borsa Milano Oggi, aggiornamento ore 17:40: Atlantia chiude in rialzo del 16%

Oggi il Ftse Mib ha chiuso la seduta a 19.858,21 punti (+1,34%) mentre lo spread quota 144 punti base (-0,74%).

Con un rialzo del 16,23%, il titolo protagonista del paniere principale è stato Atlantia, spinto dai rumor su una prossima definizione di un accordo con la Cassa depositi e prestiti.

Seduta in deciso territorio positivo anche per Interpump (+7,67%) in scia di conti migliori delle stime e di un outlook valutato positivo, mentre Fiat Chrysler ha segnato un +0,57% dopo i dati sulle immatricolazioni ad agosto (-2,65% per il gruppo italo-statunitense, -0,43% per l’intero mercato).

Sul completo, nuova seduta all’insegna degli acquisti per Tiscali (+69,15%).

Piazza Affari, aggiornamento ore 13: Ftse Mib flirta con quota 20 mila punti, +15% Atlantia

Alle 13 il il Ftse Mib sale del 2,2% a 20.026,31 punti mentre lo spread quota 145 punti base (-0,4%).

Andamento simile a quello del listini milanese per il Cac40 (+2,4%) e il Dax (+2,34%).

A Milano il protagonista assoluto è il titolo Atlantia (+15,56%) grazie ai rumor su una prossima definizione di un accordo con la Cassa depositi e prestiti.

Seduta in deciso territorio positivo anche per Interpump (+7,26%), che ieri ha presentato conti migliori delle stime con un outlook positivo, e CNH Industrial (+5,34%).

Sopra la parità anche le azioni Fiat Chrysler (+1,12%) che ad agosto ha registrato una contrazione delle immatricolazioni del 2,65%.

Gli unici due segni meno sul paniere delle blue chip sono registrati da Diasorin (-0,33%) e Banco BPM (-0,21%).

Future Wall Street: indici a caccia di nuovi record

A due ore e mezza dell’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un +0,71%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,65% e il future sul Nasdaq sale di un punto percentuale tondo.

Borsa Milano Oggi, aggiornamento ore 9:25: rally di Atlantia

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta odierna, 2 settembre 2020, passa di mano a 19.735,83 punti, +0,72% rispetto al dato precedente.

Andamento simile per Cac40 (+1,36%), Dax (+1,23%) e Ftse100 (+1,43%).

Sul mercato obbligazionario, lo spread Italia-Germania si attesta a 144 punti base (-0,8%).

Sul paniere delle blue chip di Piazza Affari spicca il +7,7% di Atlantia che, secondo quanto riportato dall’agenzia Bloomberg, potrebbe essere vicina alla definizione di un accordo con la Cassa depositi e prestiti. Al momento, sempre secondo le indiscrezioni che circolano nelle sale operative, l’ostacolo più grande è rappresentato dalla valorizzazione di Aspi.

Avvio di poco sotto la parità per le azioni Fiat Chrysler (-0,09%) che, secondo i numeri diffusi dal Ministero dei trasporti, ad agosto ha registrato una contrazione delle immatricolazioni del 2,65% (quota di mercato al 22,8%). L’intero mercato ha segnato un -0,43%.

Borse asiatiche contrastate

Seduta di poco sotto la parità per l’indice Hang Seng (-0,09%) e per il TSE China A50 (-0,16%).

Incremento di mezzo punto percentuale per il Nikkei (+0,47%) e +1,84% per l’indice australiano S&P/ASX 200.

Wall Street: Nasdaq a ridosso dei 12 mila punti

Ieri sera il Dow Jones ha segnato un +0,76%, lo S&P500 ha chiuso con un +0,75% e il Nasdaq ha guadagnato l’1,39% chiudendo a 11.939,67 punti.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories