Borsa Italiana: i 10 titoli da monitorare in settimana (dal 18 al 24 gennaio)

Ufficio Studi Money.it

18/01/2021

28/05/2021 - 09:41

condividi

Dall’analisi sul FTSEMib40 alla valutazione settoriale attraverso le dieci azioni sotto la lente da seguire in questa settimana di mercato tra cui Enel, Bb Biotech, Erg e Digital Value.

Borsa Italiana: i 10 titoli da monitorare in settimana (dal 18 al 24 gennaio)

Durante la scorsa settimana l’indice FTSEMib40 si è assestato in una fase laterale con una leggera flessione registrata nelle ultime due sedute. Il movimento sembra arrestarsi per una pausa dopo aver raggiunto i 23.000 punti. Diventa quindi fondamentale la tenuta del supporto a quota 22.200 punti, dove il prezzo si è appena stabilizzato, per non vederlo scivolare verso obiettivi ribassisti. Il trend resta comunque positivo ed è possibile un pullback con ripartenza.

FTSEMib40: il quadro tecnico di breve periodo

L’indice FTSEMib40 si è appoggiato al supporto statico a quota 22.200 punti dopo le prese di beneficio della fine della scorsa settimana. L’impostazione tecnica di breve periodo resta comunque rialzista all’interno di un contesto di medio periodo positivo. Se il prezzo dovesse ripartire il primo ostacolo sarebbe collocato sul massimo della barra dell’8 gennaio a quota 23.003 punti. Un breakout del livello potrebbe indirizzare l’indice verso obiettivi più ambiziosi in area 24.000. La violazione a ribasso del supporto invece potrebbe portare la quotazione verso la zona di supporto in area 21.480 e successivamente 21.000 punti.

Attualmente il prezzo incrocia la EMA(21), dopo le ultime due sessioni di mercato negative della scorsa settimana, ma è ancora sopra la SMA(200), media mobile semplice a 200 periodi. Il livello del Supertrend è positivo, ma ha formato un pavimento di supporto in zona 21.923,44. L’oscillatore RSI(14) invece è calante e si trova in fase neutrale, mentre la volatilità, rappresentata dall’ATR(14), è in linea con i valori dell’ultimo mese.

Infine l’ADX manifesta una decisa flessione a 19,23, un valore che evidenzia l’attuale assenza di trend e la presenza di una fase laterale di breve periodo.

Uno scenario long sarebbe plausibile solo sopra il massimo della barra dell’8 gennaio 2021 a quota 23.003,60 punti con un entry in area 23.120. Uno stop loss si potrebbe posizionare in zona 22.040, sotto il livello di supporto. Il primo target si potrebbe collocare a 24.000 mentre il secondo target a 24.600.

Una posizione short potrebbe essere interessante alla rottura del supporto statico in zona 22.200 punti con un entry in area 22.020, sotto il minimo della barra del 5 gennaio 2021. Uno stop loss si potrebbe inserire a 23.120 punti. Il primo target si potrebbe collocare a quota 21.000 ed un secondo target in zona 20.200.

I 10 titoli azionari sotto la lente a Piazza Affari

Tra i titoli del FTSEMib40 da tenere monitorati questa settimana si valutano alcune strutture tecniche interessanti:

Amplifon resta nella banda di oscillazione laterale nella quale si trova dalla metà del mese di dicembre 2020. Il titolo è ancora in un quadro tecnico positivo, ma la violazione della parte alta della compressione in area 34,55 euro favorirebbe la view rialzista di breve e medio periodo. Primo target long a quota 36 euro. In caso di violazione ribassista l’obiettivo short più vicino si trova a 31,45 euro.

Exor si trova ingabbiata in una fase laterale di breve termine. Dopo il falso breakout registrato in data 8 gennaio 2021 il titolo è rimasto nella banda di compressione. Importante il mantenimento del livello a quota 64,60 euro, sotto il quale si potrebbe vedere il prezzo prima a 62,40 euro e poi a 60 euro. In caso di rottura rialzista invece il primo target positivo si potrebbe collocare in area 71 euro.

Interpump mostra indecisione, con repentini movimenti giornalieri ad ampio range, in entrambe le direzioni. Ad oggi la view tecnica resta ancora positiva, ma il prezzo deve tenere il supporto statico in zona 40 euro. In caso di rimbalzo la quotazione potrebbe andare a testare i 42 euro. Se invece dovesse slittare sotto il supporto il primo obiettivo short si potrebbe collocare a 38,20 euro.

Enel si trova intrappolata in una fase di compressione di breve periodo in zona 8,859 euro. Il trend di breve termine appare ancora positivo e il box laterale che si è venuto a formare potrebbe essere violato nella direzione del trend. In caso contrario, con la rottura di 8,75 euro il prezzo potrebbe provare il test della trendline di breve e del supporto stativo a quota 8,42 euro.

Moncler arretra la sua posizione nelle ultime settimane e si porta al test del supporto statico in area 47,20 euro. Una violazione ribassista potrebbe condurre il prezzo verso i 45 euro e sarebbe una violazione decisa della fase laterale nella quale è intrappolata dalla metà di dicembre 2020. Un segnale positivo arriverebbe invece con un pullback dal quale avviare una ripartenza verso i 50 euro.

Tra le big del FTSEMib da controllare anche Cnh Industrial. Nel segmento MidCap e STAR di Borsa italiana sotto la lente si presentano invece: BB Biotech, ed Erg, sull’AIM Italia si evidenzia Digital Value e sul Global Equity Market sotto i riflettori si mantiene Tesla.

Erg allunga e guadagna oltre il 20% dal 21 dicembre 2020. Ad oggi il titolo si trova in una fase di compressione a range ristretto. E’ possibile una continuazione nella direzione del trend che la porterebbe al test dei 26 euro. Una violazione ribassista, dovuta principalmente alle prese di beneficio dal rally, potrebbe condurla fino all’are dei 24 euro.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.