Bonus seggiolini 2020: chi ne ha diritto e come si richiede

Bonus seggiolini antiabbandono, come funziona e chi ne ha diritto nel 2019 e nel 2020? Partito l’obbligo, è corsa all’acquisto, ma mancano ancora le istruzioni per l’applicazione dello sconto di 30 euro previsto dal DL Fiscale.

Bonus seggiolini 2020: chi ne ha diritto e come si richiede

Bonus seggiolini antiabbandono: come funzione e a chi spetta? Per il 2019 e per il 2020 sarà riconosciuto un bonus di importo pari a 30 euro per l’acquisto dei nuovi dispositivi. Nell’attesa, scopri la lista dei dispositivi e seggiolini antiabbandono omologati.

L’obbligo dei nuovi seggiolini auto è partito, a sorpresa, il 7 novembre 2019, lasciando interdetti sia gli automobilisti che i produttori dei nuovi dispositivi, sicuri di aver tempo fino al mese di marzo 2020.

Così non è stato e, con l’avvio dell’obbligo, cresce l’interesse su chi potrà beneficiare del bonus, e soprattutto come.

La notizia paradossale è che, attualmente, non è noto come funziona e come richiedere il bonus seggiolini. Sarà necessario attendere il decreto attuativo del MIT, che dovrebbe esser pubblicato nei prossimi giorni.

È stato il testo del Decreto Fiscale 2020, il DL n. 124/2019, ad introdurre il contributo per le famiglie tenute ad acquistare i nuovi seggiolini auto.

Il testo definitivo del DL collegato alla Manovra, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 26 ottobre, conferma però che le risorse sono scarse, così come sarà povero lo stesso bonus seggiolini previsto.

L’agevolazione sarà pari a 30 euro e, come noto, verrà riconosciuta a chi acquisterà i nuovi dispositivi anti abbandono per il trasporto dei bambini in auto, fino al compimento dell’età di 4 anni.

Non essendo state ancora pubblicate le istruzioni su come si potrà accedere al contributo, vediamo di seguito chi ne ha diritto e come si richiede.

Scopri quali seggiolini antiabbandono e dispositivi comprare

Bonus seggiolini 2020: chi ne ha diritto e come si richiede

Non è la prima volta che si sente parlare di un bonus per i seggiolini: è stato il disegno di legge che ha introdotto l’obbligo, partito dal 7 novembre 2019, a prevedere l’istituzione di un’agevolazione per le famiglie.

Il bonus seggiolini previsto in via ufficiale dal Decreto Fiscale 2020 è tuttavia di importo molto contenuto rispetto a quello di cui si parlava inizialmente. Il contributo sarà pari a 30 euro, e potrà essere erogato anche in forme diverse dalla detrazione fiscale.

Le risorse per l’introduzione del bonus seggiolini erano già state stanziate dalla scorsa Legge di Bilancio, a copertura del contributo per il 2019 e per il 2020. Ora però emergono alcuni importanti dettagli su come funzionerà e su chi ne avrà diritto.

Il Decreto Fiscale 2020 prevede un contributo di euro 30 per ciascun dispositivo di allarme acquistato, fino ad esaurimento delle risorse complessivamente disponibili pari a 15,1 milione per l’anno 2019 e 1 milione per l’anno 2020.

Tutte le regole dettagliate saranno stabilite dal decreto attuativo del Ministero dei Trasporti, da emanarsi entro 15 giorni dalla data di entrata in vigore del DL Fiscale.

Non è chiaro, al momento, come sarà calcolato ed erogato il contributo, se sotto forma di sconto sul prezzo del seggiolino o se come detrazione fiscale. Ulteriori dettagli arriveranno nei prossimi mesi.

Bonus seggiolini 2020: poche risorse, sarà corsa per ottenerlo

L’importo del bonus riconosciuto per acquistare i nuovi seggiolini anti abbandono è ritenuto un’elemosina dal Codacons. Tra l’altro, le risorse disponibili sono davvero scarse, e ne potranno beneficiare poco più di mezzo milione di famiglie, a fronte di due milioni di bambini interessati.

Insomma, dalla data di avvio della misura, si prospetta una vera e propria corsa per cercare di ottenere il beneficio che, stando alle novità, non sarà subordinato al rispetto di determinati limiti di reddito.

Non è la prima volta che il Codacons solleva le proprie criticità sul contributo previsto per via del nuovo obbligo dei seggiolini anti-abbandono, e già negli scorsi anni aveva proposto la totale gratuità dei nuovi dispositivi per le famiglie con figli di età inferiore ai 4 anni:

Scopri quali seggiolini antiabbandono e dispositivi comprare

Negli ultimi 10 anni ben 8 bambini sono deceduti in Italia perché dimenticati in auto, e in tal senso misure per salvaguardare la salute dei minori sono assolutamente positive. Tuttavia quando si introduce un obbligo si devono prevedere anche tutele per le famiglie: per questo chiediamo che i seggiolini siano totalmente gratuiti per i genitori, anche allo scopo di evitare ignobili speculazioni sull’esigenza di tutelare i bambini.

Appare davvero difficile un’estensione in tal senso del bonus seggiolini nel 2020. Non si esclude invece che l’importo del contributo possa essere incrementato, anche considerando le possibili modifiche che apporterà il Parlamento nel corso dell’iter di conversione in legge del DL Fiscale. Vi aggiorneremo con tutte le novità che emergeranno nei prossimi mesi.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Seggiolini antiabbandono

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \