Legge di Bilancio 2021, che fine hanno fatto bonus e incentivi? Mancano i decreti attuativi

Rosaria Imparato

26 Febbraio 2021 - 13:25

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Bonus e incentivi della Legge di Bilancio 2021, a che punto siamo? Mancano quasi tutti i decreti attuativi, e quindi molti sconti e crediti d’imposta sono bloccati: di seguito, una panoramica delle agevolazioni in standby.

Legge di Bilancio 2021, che fine hanno fatto bonus e incentivi? Mancano i decreti attuativi

Legge di Bilancio 2021, quali sono i bonus e gli incentivi in bilico vista la mancata emanazione di decreti attuativi?

La manovra 2021 contiene un “pacchetto” di bonus non indifferente, dagli occhiali all’auto elettrica, passando per la tv e i rubinetti.

Quanti di questi, però, sono diventati effettivi e realmente fruibili dai contribuenti? Per ora solo uno, il bonus TV, che però è attivo grazie alle risorse precedentemente stanziate: facciamo il punto della situazione.

Legge di Bilancio 2021, che fine hanno fatto bonus e incentivi? Mancano i decreti attuativi

La manovra 2021 del Governo Conte bis comprende una lunga serie di bonus e incentivi, ma il problema è sempre lo stesso: i decreti attuativi. Senza i provvedimenti che stabiliscono le regole, rendendo così le agevolazioni realmente operative, è tutto bloccato.

Secondo i numeri raccolti dalla Stampa del 26 febbraio, servono 792 decreti attuativi in totale per rendere esecutive tutte le leggi del Governo Conte bis nel pieno dell’emergenza sanitaria, ma ad oggi ne sono stati emanati solo 253.

Il nuovo Esecutivo guidato da Draghi si trova quindi già con un pesante fardello in eredità. Per quanto riguarda la Legge di Bilancio nello specifico, servono in totale 176 decreti attuativi, e per ora ne è stato emanato soltanto uno. Di seguito, una panoramica dei bonus “al palo”.

Bonus Legge di Bilancio 2021 a rischio: gli incentivi per contribuenti con Isee al di sotto di 30.000 euro

Una parte della Legge di Bilancio 2021 comprende una serie di bonus pensati per dare un sostegno ai nuclei familiari con un Isee inferiore a 20.000 euro. Nello specifico:

Per i nuclei familiari con ISEE inferiore a 30.000 euro è stato pensato un bonus del 40% per l’acquisto di auto.

L’incentivo finanzia fino al 31 dicembre 2021 l’acquisto o il leasing di veicoli nuovi di fabbrica, alimentati esclusivamente ad energia elettrica e di potenza inferiore o uguale a 150 kW. L’agevolazione si applica esclusivamente per le auto (categoria M1), ed è alternativa all’ecobonus.

Nessuno di questi bonus è operativo, visto che mancano tutti i relativi decreti attuativi.

Bonus Legge di Bilancio 2021 a rischio: attesa per i rubinetti, al via lo sconto per la TV

Un altro incentivo atteso e che avrebbe incrementato il pacchetto delle agevolazioni per la casa è il bonus idrico, pari a 1.000 euro per ciascun beneficiario per interventi di sostituzione di sanitari e apparecchi a limitazione di flusso d’acqua su edifici esistenti o parti di questi o su singole unità immobiliari, comprese eventuali opere idrauliche e murarie collegate.

Anch’esso, tuttavia, è in standby. Grande assente nel ventaglio di bonus “promessi” è anche il credito d’imposta per gli chef, che aspetta il decreto interministeriale tra MEF, Ministero del lavoro e MiSE.

L’unico incentivo “attivo” è il bonus TV, per il quale la Legge di Bilancio ha messo a disposizione ulteriori risorse, ma si tratta di un bonus operativo già da dicembre 2019, e che si può richiedere fino a dicembre 2022 (o a esaurimento dei fondi).

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO